Pruverbie cu ‘o Vino – 2

Letture: 85

di Raffaele Bracale

Pruverbie cu 'o Vino 2

4 –Vino, carne e maccarune songo ‘a cura p’’e purmune.

Vino, carne e maccheroni sono la cura (per le malattie ) dei polmoni.

Fu antica convinzione popolare che il cosiddetto mal di petto (malattia dell’apparato respiratorio) dovessi curarsi con adeguato nutrimento rappresentato nella fattispecie dalla classica unione di maccheroni, carne e vino (genuino)

5- Maccarune, carne e vvino a cannata, buonu sanco pe tutt’’a jurnata!

Maccheroni, carne e vino a garganella, buon sangue per l’intera giornata!

Anche in questo caso, come nel precedente proverbio,ci troviamo a che fare con un’antica convinzione popolare per la quale un abbondante nutrimento rappresentato nella fattispecie dalla classica unione di maccheroni, carne e vino (genuino) bevuto abbondantemente a garganella, produce effetti salutari (produzione di sangue) per l’intera giornata.

6- Vino ‘a copp’ â menesta e ‘o miereco resta â fenesta

Vino (bevuto) sulla minestra ed il medico resta alla finestra.

Anche in questo caso ci troviamo di fronte ad un proverbio che compendia un consiglio salutista, consiglio che prevede l’opportunità di bere (abbondante) vino dopo d’aver consumato un piatto di zuppa di verdure in brodo; mettendo in atto tale consiglio si otterrà il positivo risultato di stare tanto bene in salute da costringere un inutile medico a restarsene inoperoso alla finestra!

7 Catarro? Vino cu ‘o carro!

Catarro? Vino in abbondanza!

Altro perentorio consiglio riguardante la salute; in caso di grave raffreddore, l’unico rimedio efficace è il consumo abbondantissimo di vino che riscaldando l’organismo combatte le malattie da raffreddamento; ed il vino deve essere tanto che per il suo trasporto deve necessitare addirittura un carro!