Quinta edizione del Premio Amodio Pesce: conclusi i lavori della commissione

Letture: 128
I degustatori al lavoro

di Novella Talamo

Si sono tenuti oggi all’Hotel Imperiale di Terzigno (Na) i lavori della commissione incaricata di selezionare i vini della quinta edizione del Premio Amodio Pesce che come lo scorso anno verrà consegnato nel Castello de’ Medici di Ottaviano (Na) durante la giornata conclusiva dell’evento Vesuvinum – I Giorni del Lacryma Christi organizzato e promosso dalla Strada del Vino Vesuvio e dei Prodotti Tipici Vesuviani presieduta da Michele Romano, in collaborazione con Luciano Pignataro Wine Blog, in programma quest’anno nei giorni 7, 8 e 9 settembre.

Alcuni campioni

I degustatori hanno assaggiato alla cieca 61 Lacryma Christi del Vesuvio DOC di 35 aziende di cui 22 bianchi, 21 rossi, 10 rosati e 8 Coda di Volpe.

I lavori di analisi sensoriale sono stati svolti da tre commissioni composte da Marina Alaimo, Ugo Baldassarre, Pasquale Carlo, Alberto Capasso, Sara Marte, Teresa Mincione, Gianluca Parisi e Maria Sarnataro e gli enologi Ernesto Buono, Michele D’Argenio, Raffaele Inglese, Francesco Martusciello, Gennaro Reale, Fabrizio Scotto Di Vella e Gianluca Tommaselli.

Una delle tre commissioni

 

Una delle commissioni al lavoro

 

I degustatori al lavoro

La degustazione, coordinata dal presidente Luciano Pignataro e dal segretario Sergio Romano,  si è svolta con il supporto di Antonio Pesce, Ciro Esposito e Lodovico Pagano.

Da sinistra in senso orario: Antonio Pesce, Sergio Romano e Lodovico Pagano

Il servizio di sala e la preparazione dei campioni è stata curata da Giuseppe Aliberti.

In finale 8 bianchi, 9 rossi, 3 rosati e 3 Coda di Volpe.

Appuntamento al 9 settembre a Ottaviano per conoscere i vincitori.

Foto di Novella Talamo