Raffaele Vitale porta la Casa del Nonno al Texas Beach di Marina di Pietrasanta

Letture: 225
Raffaele Vitale


Raffaele Vitale di Casa del Nonno 13 debutta in Versilia: venerdì 15 luglio alle 20,30 al Texas beach Versilia di Marina di Pietrasanta porta i sapori della campagna dell’agro-vesuviano.

Raffaele Vitale apre il bistrot di Casa del Nonno 13 in Versilia. Potremmo spararla così, facendo venire il mal di pancia ai molti ristoratori raffazzonati e litigiosi che calcano i palcoscenici della costa tirrenica amata da Armani e da Botero, due frequentatori mica da ridere
Siamo tra decine di chilometri di spiagge belle e talvolta impossibili, dove si trasferiscono in massa i Suv utilizzati a Milano o Firenze per portare i bambini a scuola ma dove contare i ristoranti di livello non crea certo problemi di memoria. Sono due, i soliti noti. Punto e basta: Don Lorenzo del Forte e l’Abate Romano di Viareggio .

Texas Beach

Raffaele aprirà il suo bistrot in Versilia, ma solo per una sera. Dedicherà il suo tempo, costringendosi a un tour de force partendo la notte di giovedì 15 dalla Campania con le armi del suo pomodoro e di tutti i suoi magnifici prodotti, imbarcando per strada quel fantastico matto scatenato di Pasquale Torrente del Convento di Cetara e qualche chilo di alici, dicevo dedicherà il suo tempo al sottoscritto, uno a cui, diciamola tutta, non può non voler bene.

Gli dedicai uno dei 10 camei della guida dei ristoranti dell’ Espresso di quest’anno. Dicevo, fra l’altro, che il suo ristorante costituiva per me l’unica tappa obbligata, la mia mensa, dei viaggi in Campania. Posso rinunciare, a turno sia chiaro, a tutti i ristoranti super cappellati o stellati ma non a CASA DEL NONNO 13. Questione di feeling con lui e la sua cucina.

Quindi Raffaele Vitale sarà qui, venerdì 15 luglio, al TEXAS BEACH VERSILIA, una stupenda spiaggia completamente rimessa a nuovo dal duo Paola Bruno/ Gabriele Milano, per una serata all’insegna della Campania più pura, vini compresi.

Non che la cucina di Casa del Nonno 13 sia una cucina estremamente avveniristica. Ma lo chef e architetto Raffaele è uomo che molto ha visto e qualcosa assorbito, dalla cucina contemporanea. Esattamente quello che ci vuole in questi luoghi assolati e assonnati: un tocco d’aria fresca.

Ci proporrà, con il Selim, spumante campano di De Conciliis, una serie di assaggi e antipasti a buffet:

HAMBURGHER FREDDO DI BUFALO E BUFALA CON TARTARA, MOZZARELLA E POMODORO ACERBO

PIZZA FRITTA CON FIOR DI LATTE DI AGEROLA, POMODORO E BASILICO

ALICI CALDE ( FRITTE CON SALE E PEPE direttamente in spiaggia da Pasquale Torrente) e FREDDE all’olio.

CURT’ E CHIATTO DI MELANZANE.

Poi al tavolo, bordo piscina o direttamente in spiaggia, deciderà Eolo:

CAPRESINO RIPIENO CON SALSA ALLA NERANO( ZUCCHINE, FIORI E PROVOLONE DEL MONACO)

SPAGHETTONE DI VICIDOMINI CON SAN MARZANO E RICOTTA DI BUFALA CAMPANA

MAIALE CASERTANO: BOCCONCINI IN  VARIAZIONE CON VERDURINE DI STAGIONE E MELASSA DI FICHI BIANCI CILENTANI

Di nuovo a buffet fantastica chiusura con i dolci:

PASTIERA NAPOLETANA

BABA MIGNON

SFOGLIATELLA MIGNON

VINI  di DE CONCILIIS, MAFFINI e AZIENDA AGRICOLA SAN SALVATORE


Le foto della serata saranno di Lido Vannucchi, così potrete avere a seguire un resoconto adeguatamente patinato.

Per prenotazioni e informazioni:

TEXAS BEACH
VIALE ROMA 105 MARINA DI PIETRASANTA TEL 0584 22510
www.texasbeach.it

Prezzo della serata 60 euro

22 commenti

  • ALBA

    (12 luglio 2011 - 10:08)

    Maffi, dovresti dire al Nonno di portarsi il golfino alla Pierangelini perchè fa umido in spiaggia la sera, il fatto che si chiami Texas potrebbe trarlo in inganno….

    • Lello Tornatore

      (12 luglio 2011 - 11:09)

      Glielo presto io, Alba, di quelli a righe che a te piacciono tanto…;-))
      @ Il nonno : Fatti onore Raffaele, sei tutti noi…e se ti serve un “artista” della pezzogna, non fare complimenti…;-))

      • ALBA

        (12 luglio 2011 - 11:36)

        Per quest’inverno ti sto facendo un maglione a spina di pesce (?) di colore “assenza di segnale” che si intona al tuo sguardo….

        • Lello Tornatore

          (12 luglio 2011 - 12:58)

          Magari riuscissimo, un giorno, a vedere il tuo…con o senza “segnale” ;-))

  • fabrizio scarpato

    (12 luglio 2011 - 10:25)

    S’haddadìd’andà.

  • Giuseppe Grammauta

    (12 luglio 2011 - 10:41)

    Sarà sicuramente una bella serata.

  • Marina

    (12 luglio 2011 - 10:54)

    Raffaele sarà un ottimo ambasciatore del nostro territorio. In bocca al lupo.

  • leo

    (12 luglio 2011 - 15:54)

    Ho cominciata già oggi la dieta che mi farà arrivare a venerdì sera con abbastanza fame da far fuori tutto il bendiddio che Raffaele e Pasquale porteranno in Versilia :-)

  • lido

    (12 luglio 2011 - 18:43)

    Sarà una bellissima serata, Raffaele è veramente bravo, ma anche estremamente “fortunato”, Circondato da materie prime di altissimo livello, non la perderei per tutte le cene del mondo, speriamo che oltre a fotografare possa pure mangiare, Ciao Lido.

    • Lello Tornatore

      (12 luglio 2011 - 19:03)

      Lido, trasferisciti in Campania!!! Così potremo averti più vicino e… finalmente migliorerà la qualità delle “fotopigna” :-))

  • Lido vannucchi

    (12 luglio 2011 - 23:58)

    Lello credo che faro’ una visita in agosto vengo a trovarti, troppi chef bravi avete, nel frattempo provo Raffaele Vitale. Ciao lido

  • Giancarlo Maffi

    (13 luglio 2011 - 08:11)

    La galera per raffaele solo da sabato . E dopo adeguata scorta di prodotto per il sottoscritto. @lello: so benissimo perché vuoi lido da te: saprebbe rendere bellissime quelle inqualificabili sedie del giardino

    • Romualdo Scotto di Carlo

      (13 luglio 2011 - 10:17)

      pure le sedie del giardino?? insomma, qualsiasi pretesto è buono per criticare il povero Lello :-D

      • ALBA

        (13 luglio 2011 - 10:31)

        Ha ragione Giancarlo, si vedeva che Monica era tesa durante la foto come se si aspettasse che da un momento all’altro il divanetto da un posto e mezzo cedesse a sfascio dopo gli almeno dieci anni passati alle intemperie. Io lo avrei usato per accendere il fuoco….

        • luciano pignataro

          (13 luglio 2011 - 11:25)

          ma sei matta? se accendi il fuoco con quelle sedie i Nas chiudono Tenuta Montelaura per inquinamento ambientale

          • ALBA

            (13 luglio 2011 - 12:44)

            eh ma non solo, far sedere il grande Lucywine su quelle sedie hard… che non le hanno neanche in olanda. Che faccio, oltre che per i maglioni lo consiglio anche per l’arredo da giardino? Ho visto una Biancaneve nana con sette Giganti e un set di sedie fatte con il germoglio delle cipolle di montoro seccato e intrecciato che sono di una finezza che neanche leruà merlén.

          • Lello Tornatore

            (13 luglio 2011 - 14:52)

            Bravi, bravi…vedo che avete dato largamente sfogo ai vostri consueti istinti detrattori rivolti all’indirizzo del povero sottoscritto. Tutto questo, vi sembrerà strano, ma mentre …ero al lavoro ;-))
            @ Alba : Monica ha sbagliato seduta, tutto qua…sono divanetti per chi Bevel’acqua, non il vino ;-))
            @ Pigna : per non rischiare la chiusura…vuol dire che la prossima soppressata la consumeremo all’inpiedi ;-))

  • Errico

    (13 luglio 2011 - 10:19)

    Raffaele è un maestro!
    Con la sua abilità e conoscenza, mostrerà sicuramente il meglio dei prodotti campani

  • Lisa

    (13 luglio 2011 - 12:23)

    Che Meraviglia!

  • luciano pignataro

    (13 luglio 2011 - 07:56)

    ma come, non lo sa? Massì che lo sa altrimenti non lo avrebbe chiesto…
    Raffaele Vitale produce San Marzano di contrabbando da semi smec 20. Come quei contrabbandieri di pastori che fanno formaggio fuorilegge da latte di pecora.
    Lo so, meriterebbe la galera per questo

  • Lello Tornatore

    (13 luglio 2011 - 08:28)

    Mi autodenuncio anch’io!!! Produco salumi senza conservanti, e per legge non si potrebbe fare…
    @ Maffi : cos’è il metodo boffo-moon valley? ;-)))))))))))))))))))))))))

  • marco contursi

    (13 luglio 2011 - 08:30)

    Queste polemiche sono superate,Raffaele oggi usa anche i san marzano di aziende locali tra cui Danicoop che è pure produttore del presidio Slow Food, così da una mano anche al territorio.Plaudo la scelta di usare la pasta di Vicidomini,una delle migliori.Ribadisco che per me usare ad esempio il pane o l’olio di validi produttori locali è meglio che farsi tutto da se perchè così si mette in moto l’economia locale e questo vale in tutta Italia.Se poi uno chef faccia anche una sua piccola produzione di qualità ben venga.Non condivido la scelta di alcuni che si fanno tutto in casa e un altro pò, vanno pure a pesca con la paranza.Allora panettieri,contadini,macellai,pescatori…….tutti a casa?é inoltre dimostrato da una mia personale inchiesta che lo chef che compra alcuni prodotti nel paese gode di una fama migliore a livello locale e il perchè non è difficile da capire.E’ difficile capire perchè tanti chef campani e non,non lo capiscano.Infine più che sapori “Dell’agro vesuviano” direi di tutta la Campania,infatti leggo di specialità dell’agro sarnese,della costiera amalfitana,di napoli,del cilento,dei monti Lattari,del Casertano,davvero una bella cena.

I commenti sono chiusi.