Rasott Irpinia Campi Taurasini Doc 2010 | Voto 87/100

Letture: 271
Rasott Irpinia Campi Taurasini Doc 2010 Boccella
Rasott Irpinia Campi Taurasini Doc 2010 Boccella

Azienda Agricola Boccella
Uva: aglianico
Fascia di prezzo: 12,00 euro in enoteca
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno
Vita 5/5 – Naso 26/30 – Palato 26/30 – Non omologazione 30/35

I fratelli Raffaele e Giovanni Boccella con le rispettive mogli Angela e Lucia sono titolari di una piccola azienda artigianale, situata nel comune irpino di Castelfranci, dove allevano pochi ettari vitati soltanto con le due varietà territoriali di aglianico e di fiano e con le quali producono una quantità limitata di bottiglie, che piacciono molto.

Com’è appunto successo anche quest’anno a Radici del Sud, laddove hanno bissato la prima posizione conquistata l’anno scorso con il Taurasi Sant’Eustachio ed in più hanno conquistato la seconda piazza con il Rasott Irpinia Campi Taurasini Doc 2010 da parte della giuria nazionale.

Rasott sta per sotto, cioè la vigna che si trova sotto il Taurasi, il posto sotto le cantine e anche sotto le case. Ma certamente il vino che se ne ricava, stando ai risultati conseguiti, non è inferiore per niente!

Solita maturazione in acciaio, in piccoli contenitori di legno e poi in boccia, senza l’ausilio di filtrazioni, chiarifiche e neanche stabilizzazioni a freddo. Un vino naturale, quindi, che alla fine arriva a toccare i quattordici gradi e mezzo.

Controetichetta Rasott Irpinia Campi Taurasini Doc 2010 Boccella
Controetichetta Rasott Irpinia Campi Taurasini Doc 2010 Boccella

Colore rosso rubino, complessità olfattiva di grande rilevanza, in cui la fragranza aromatica riesce ad esprimere odorose connotazioni di vigorosa frutta fresca, di ingentiliti profumi floreali, di eleganti sussurri vegetali e di soavi parvenze speziate. La rifinitura gustativa riesce a conquistare il palato con una vibrante acidità ed una carica tannica ancora veemente. Note di muschio, radici, castagne e cuoio.
Finale intenso e appagante. Vino proiettato verso una lunga vita evolutiva. Prezzo da incorniciare. Da spendere su gnocchi alla sorrentina, carne alla brace e formaggi stagionati. Prosit!

Questa scheda è di Enrico Malgi

Sede a Castelfranci (Av) – Contrada Sant’Eustachio
Tel e Fax 0827 72574 – Cell. 338 4979168
info@boccellavini.itwww.boccellavini.it
Enologo: Fortunato Sebastiano
Ettari vitati: 5 – Bottiglie prodotte: 15.000 – Vitigni: aglianico e fiano

2 commenti

  • Mondelli Francesco

    (28 luglio 2015 - 19:25)

    Anche nelle annate precedenti credo rimanga la migliore espressione della doc campi taurasini.Ad maiora FM.

  • Giuseppe Capece

    (29 luglio 2015 - 09:02)

    Un vino grandissimissimo.
    Complimenti a Raffaele e signora.
    Un saluto
    Giuseppe Capece

I commenti sono chiusi.