Recale, Caserta. Pizzeria Capatosta. Sotto la Torre Borbonica batte il cuore napoletano

Letture: 453
Pizzeria Capatosta. Enzo e Lello Giustiniani

Via G. Marconi, 80
Tel. 0823.493188
www.pizzeriacapatosta.it
Chiuso lunedì

Marinara 3,50 euro, Margherita 4,00, Margherita Bufala 6,50, Speciali dai 7,00 in su

di Tommaso Esposito

C’è una bella torre che domina sul borgo.


La Torre Borbonica di Recale, ora Villa Porfidia

Appartiene al Real Castello Borbonico costruito sul finire del 1700 lungo l’Appia Antica per dare ristoro campestre alla famiglia sovrana.
Perciò il nome Recale dato al paese.
Da queste parti vent’anni or sono Enzo e Lello Giustiniani,  i Capatosta per soprannome, piantarono nuova dimora.

Pizzeria Capatosta. L'ingresso

Via da Napoli, dove stavano nella pizzeria Spaccanapoli aperta dal papà Gennaro nel 1940 dalle parti di San Domenico Maggiore, son giunti qua con tutta la loro sapienza di pizzaioli figli d’arte.

I Capatosta nella vecchia Pizzeria Spaccanapoli a San Domenico Maggiore a Napoli


Pochi coperti, un angoletto privè, banco, forno, pale, attrezzi, prodotti, tecnica e pizza secondo il disciplinare STG.

Pizzeria Capatosta. La sala

Soltanto farina, acqua, sale e lievito di birra.
Otto dodici ore di lievitazione. Riposo e maturazione nel legno.

Pizzeria Capatosta. I panetti riposano nel legno

Cosicché umidità e porosità dei panetti son ridotte al minimo.
Cinque palme e mezzo il forno.

Pizzeria Capatosta. Il forno

Fratelli davvero.

Pizzeria Capatosta. Enzo e Lello Giustiniani

L’uno, Lello, stende, condisce e l’altro, Enzo, inforna.

Pizzeria Capatosta. Enzo e Lello Giustiniani all'opera

Gesti sapienti, rapidi, precisi, eppure lievi e delicati.
Antichi. Da maestri.
Le dita danzano.
Il cornicione emerge e si intreccia per magia.

Pizzeria Capatosta. Lello Giustiniani all'opera
Pizzeria Capatosta. Lello Giustiniani all'opera

Mozzarella di bufala e San Marzano Dop per la Margherita di Recale.

Pizzeria Capatosta. Margherita con bufala
Pizzeria Capatosta. Margherita con bufala

Al palato si sentono lievitazione e  cottura perfette.
Sapida nel complesso per l’equilibrio incantevole tra la pasta e il condimento.
Soffice e leggera.
Giunge in compagnia della Pizza alla Sorrentina con pesto di noci, provola e pomodorini.

Pizzeria Capatosta. Pizza alla Sorrentina

Gustosa e tonda.
Tosta ‘e capa
è la Pizza con Zucca provola e pancetta.

Pizzeria Capatosta. Pizza con Zucca Cocozza, provola e pancetta

C’è il forte di spatella sulla cocozza, secondo tradizione.
Adatta per le papille soporose.
Stimolante.
E apripista per la Pizza alla Messicana.

Pizzeria Capatosta. Pizza amarcord alla Messicana

Con i fagioli rossi, il cacio, la mozzarella e un nonsoche di amarcord anni settanta.
Quando noi eravamo davanti alla tivvu con il cuore all’Atzeco  in visibilio per i goal di Riva, Boninsegna e Rivera.
Bei tempi e pizza piaciona.
Dal forno esce una marinara.

Pizzeria Capatosta. Pizza alla Marinara

Profumatissima d’aglio e origano.
Un trancio di tortano. Per sfizio.

Pizzeria Capatosta. Enzo Capatosta con il tortano

Fatto con quel poco di pasta che raramente avanza.
Provolone, salame, prosciutto, uova, cacio e pepe.

Pizzeria Capatosta. Il tortano

E’ saporito.
Eddai, mi avverte che Natale è appena passato e che Pasqua ora non è più tanto lontana.
Mannaggia a Capatosta.
Che mi costringerà a ritornare per il ripieno, la pizza fritta e l’anticipo, a questo punto, dell’estate.

11 commenti

  • lydia

    (3 gennaio 2012 - 10:50)

    C’è una pizzeria con lo stesso nome a Milano, sui navigli, vi risulta essere degli stessi proprietari o è solo un caso di omonimia?
    Buon anno a tutti

    • tommaso esposito

      (3 gennaio 2012 - 11:05)

      Ti farò sapere, ma a breve sarò a Milano e andrò a vedere il clone meneghino :-) Buon anno nuovo Lydia

    • vincenzo

      (3 gennaio 2012 - 13:47)

      è solo un caso di omonimia infatti a Milano si chiama i capatosta

      • lydia

        (3 gennaio 2012 - 15:03)

        Sarebbe stato troppo bello avere una simile meraviglia a Milano

  • Antonietta

    (3 gennaio 2012 - 11:08)

    E’ a quattro passi da casa mia, ci posso arrivare a piedi, ci passo davanti da anni, eppure non ci sono mai entrata: no questa non me la posso perdonare!!!!
    Appena posso ci vado. Grazie.

    • tommaso esposito

      (3 gennaio 2012 - 11:13)

      Resterai intrappolata golosamente Ah Ah

  • Giuseppe Mennella

    (3 gennaio 2012 - 11:30)

    Recale. :)
    Consiglio la visita a Villa Porfidia, proprieta’ privata e visitabile previa telefonata.
    Villa e soprattutto giardino molto bello, per fare un tuffo in una delle residenze della corte borbonica
    che gravitava su Caserta.
    La pizza mi sembra molto buona, due motivi per andare a Recale.

  • pasqualino rossi

    (3 gennaio 2012 - 11:56)

    dottore complimenti sempre per i suoi articoli fa venire voglia di correre subito in pizzeria ;-) , presto andrò per la margherita con bufala un saluto a presto pasqualino viva la pizza un saluto alla pizzeria Capatosta

  • Ing. Coppolecchia Giuseppe

    (3 gennaio 2012 - 13:41)

    …….. ci vediamo in settimana ……… mi avete fatto venire un fame di pizza da MORIREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE……….UN SALUTO A PIZZERIA CAPATOSTA……..

  • Luigi SAVINO

    (3 gennaio 2012 - 14:38)

    I fratelli Giustiniani (Capatosta) sono straordinari!!! Organizziamo un mega evento per assaggiare le loro pizze…. Grande Tommaso ESPOSITO!!!

  • Monica Piscitelli

    (5 gennaio 2012 - 12:04)

    GRAZIE TOMMASO, QUEL CHE VEDO MI PIACE. I GIUSTINIANI SONO NEL MIO MIRINO DA UN PO’. CI VEDREMO PRESTO.TANTI AUGURI A TUTTI. M.

I commenti sono chiusi.