Ricetta cult: pizzette di fiori di zucca. Pizzell e sciurill

Letture: 318
Pizzell e sciurill


di Sara Afeltra


Nasce il fiore accanto al frutto, parlo di lei “la zucchina” o come lo chiamiamo noi il cuccuziello.
E la delicatezza che ha questo fiore è di starordinaria bellezza. La mattina si apre mostrando tutto il suo colore e la sera si chiude proteggendosi dall’umidita’.


Anche se la pianta della zucchina richiede ambienti umidi nell’aria e nel terreno, per cui la coltura estiva necessariamente in regime irriguo soffre dell’aridita climatica. Per questo motivo mio nonno la sera procede all’irrigazione a goccia del terreno.
La raccolta è continuae puo’ iniziare dopo i 40\55 gg dalla semina continuando per 45\60 giorni ed oltre.
Esistono svariate ricette sulle frittelle, ecco la mia:

Ingredienti

1kg di farina
1 cubetto di lievito di birra
500gr di latte
1cucchiaino di pepe
2cucchiai di sale
1litro di acqua
Fiori di zucca a piacere
Olio di arachidi per friggere

Fiori di zucca

Procedimento
Pulite i fiori di zucca privandoli della base (il pistillo). In una scodella mescolate l’acqua e il latte dove scioglierete il cubetto di lievito e aggiungerete il pepe.

Il lievito nel latte

 

L'aggiunta di farina
I fiori di zucca nell'impasto

 

L'impasto

Iniziate a versare meta’ farina e impastando energicamente, aggiungete i fiori di zucca, continuate con alternanza fino a che la farina non sia completamente amalgamata con i fiori di zucca, aggiustate di sale e lasciate lievitare per un’ora coprendo la scodella con un canovaccio.

in frittura

Trascorso il tempo di lievitazione preparate una padella con abbondante olio, appena avra’ raggiunto la sua temperatura ,iniziate a friggere procedendo in questo modo:
mettete accanto alla scodella un contenitore con un po’ d’acqua, bagnatevi le mani e fatele scivolare sul bordo della scadella in modo da prendere l’impasto formando delle palline, se vi risultasse difficile in questo modo usate un semplice cucchiaio.
Scolate le frittelline dall’olio non appena vi risulteranno dorate, aggiustate di sale.
Buon appetito.

Pizzell e sciurill

Nota: Il segreto di questa ricetta? Ci vuole forza e una bella mano felice intenta a sbattere l’impasto.
Il lievito merita anch’esso attenzione, nei periodi caldi ne basta un cubetto, la lievitazione prende corpo in modo piu veloce rispettando sempre i tempi di preparazione, in inverno si puo’ anche aggiungere una doppia dose di lievito.
L’olio deve essere abbondante, la frittellina deve affondare nell’olio.

19 commenti

  • josephine

    (5 luglio 2012 - 13:47)

    Ma che meraviglia!!! Non vedo l’ora di provare a farle! Grazie …

    • SARA AFELTRA

      (7 luglio 2012 - 15:37)

      Fammi sapere mi raccomando ;)

  • margherita

    (5 luglio 2012 - 16:18)

    MERAVIGLIA!!! mia sorella è bravissima in questa preparazione…. peccato che abiti ad Arezzo :-(

    • SARA AFELTRA

      (7 luglio 2012 - 15:40)

      Ciao Margherita , prova questa ricetta , il segreto è impastare con forza , sbattere l’impasto con la mano.
      Questa versione sena fiori di zucca , aggiungendo lo zucchero è ottima per far le zeppoline dolci :) le faceva nonna da piccola , per noi nipoti nel periodo natalizio erano una golosita ‘ .
      Baci

  • kamyla

    (5 luglio 2012 - 16:43)

    Nooooooooooooooooooooooo, il pistillo è la parte più buona!!!!

    • SARA AFELTRA

      (7 luglio 2012 - 15:44)

      Mammamiaaaaaaaaaaaaaaaaa e che sara’ successo mai !!!!!!!!!!!!!!!!!
      Lascia il pistillo nelle tue frittelle . Questa è la mia ricetta ,non una sorta di imposizione di regole.
      Kamyla ricorda che cucinare è fantasia , arte ,sentimento ognuno aggiunge o toglie a suo gusto. A tte piaceranno con il pistillo , e buon appetito !

  • renato

    (6 luglio 2012 - 17:38)

    sono come le ciliege,una tira l’altra.Mia nonna, quando andavo a trovarla di questi tempi, mi preparava sempre la pizza coi “sciorilli” ( pure lei toglieva il pistillo).Proverò subito la tua ricetta.

    • SARA AFELTRA

      (7 luglio 2012 - 15:45)

      Hai perfettamente ragione RENATO , e di questi tempi sono l’ideale.
      Fammi sapere . :)

  • Franco

    (7 luglio 2012 - 13:18)

    Saraaaaaaaaa che meravigliaaaaaaaaa!!!

    • SARA AFELTRA

      (7 luglio 2012 - 15:45)

      Grazie Franco

  • Chiara

    (7 luglio 2012 - 14:09)

    Sicuramente provero’ questa ricetta!!!!!bravissima Sara!!!

    • SARA AFELTRA

      (7 luglio 2012 - 15:46)

      Grazie tesoro :*

  • Marzia

    (7 luglio 2012 - 18:55)

    Sono spettacolarmente buone!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • SARA AFELTRA

    (8 luglio 2012 - 10:55)

    Grazie MARZIA :))

  • Cristoforo

    (8 luglio 2012 - 11:23)

    non posso fare altro che attestare la mia riconoscenza verso te,cara sara…ho provato questo tua ricetta e le frittelle sono risultate particolarmente irresistibili!!!
    Non vedo l’ora di avere un pò di tempo a disposizione per poter provare altre tue ricette…A presto!

  • paola

    (8 luglio 2012 - 17:23)

    …Che visione gustosa queste pizzelle..immagino quanto siano saporite….anche uno piatto semplice lo fai apparire sostanzioso e invitante! COMPLIMENTI Sara..alla prox ricetta..:)

  • JPG_francia

    (4 agosto 2012 - 10:46)

    Ciao dalla francia.
    Vorrei sapere se posso usare i fiori della “zucca piena di Napoli” (Cucurbita Moschata piena di Napoli). Me sempra di si … ma … ???

    Grazie.

    Jean-Philippe

  • Daniela

    (1 ottobre 2012 - 10:52)

    Grazie per questa buona ricetta che non conoscevo, Sara!

  • Fiorenzo De Marinis

    (9 agosto 2013 - 10:06)

    Una domanda: nel piatto con i fiori di zucca ci sono foglie dai rami dei tallì? Poi una critica salutistica al quantitativo di Lievito di Birra. Perché non diminuirlo e aumentare i tempi di lievitazione come si fa per la puntata lunga della pizza?

I commenti sono chiusi.