Ponza nel Cuore- 3. Gino Pesce e l’Acqua Pazza

Letture: 488
L'Acqua pazza, Merluzzo in Primavera
L’Acqua pazza, Merluzzo in Primavera

di Maurizio Valeriani

Continuiamo il nostro viaggio enogastronomico nella bellissima isola di Ponza.

Ponza l'Arco Naturale
Ponza l’Arco Naturale

Così dopo le nostre prime due splendide serate (ristorante EEA, l’Orestorante) , passiamo a raccontarvi dell’ultima grande esperienza gustativa, quella presso l’Acqua Pazza.

Il Ristorante si trova nel corso centrale del paese, vicino al Municipio, con vista sul porto di Ponza.

Ristorante Acqua Pazza
Ristorante Acqua Pazza

Gino Pesce, patron del locale, gestisce la sala e supervisiona la cucina con uguale precisione. Fondamentale è il contributo della moglie Patrizia, che è la regina dei fornelli.

La stella Michelin, ottenuta nel 2006 e mantenuta a tutt’oggi, rappresenta un meritatissimo riconoscimento.

Il servizio è attento e scrupoloso, e l’uscita dei piatti dalla cucina è sottoposta al doppio vaglio di Gino e della moglie.

Il mare, nemmeno a dirlo è al centro del menu, così trovano spazio preparazioni di crudi e di cotti di grandissima esecuzione.

Si parte dal benvenuto dello Chef: polpettine di merluzzo, arancino napoletano e maionese allo zenzero, equilibrio gustativo raggiunto bilanciando sapidità, grassezza e dolcezza.

Il Benvenuto dello Chef  Polpettine di merluzzo, arancino Napoletano e maionese allo zenzero
Il Benvenuto dello Chef Polpettine di merluzzo, arancino Napoletano e maionese allo zenzero

Per proseguire c’è solo l’imbarazzo della scelta, tanto è vero che per avere una panoramica più ampia dell’offerta, abbiamo dedicato due serate all’assaggio dei piatti proposti.

Ed allora come non provare l’astice alla catalana (eseguito a regola d’arte, con materia prima eccellente), il crudo di gamberoni rossi, il carpaccio di ricciola, tartare di tonno.

Astice alla catalana
Astice alla catalana
Crudo di gamberoni rossi
Crudo di gamberoni rossi

E poi ecco i primi che abbiamo assaggiato: paccheri con pesce spada, melanzana, e mozzarella affumicata; spaghetti con calamaretti spillo e bottarga di tonno; spaghetti alla granceola, spaghetti ai ricci; tortelli di nasello con vongole e zucchine.

Paccheri con pesce spada, melanzana, e mozzarella affumicata
Paccheri con pesce spada, melanzana, e mozzarella affumicata
Spaghetti alla granceola
Spaghetti alla granceola
Spaghetti ai ricci
Spaghetti ai ricci
Spaghetti con calamaretti spillo e bottarga di tonno
Spaghetti con calamaretti spillo e bottarga di tonno
Tortelli di nasello con vongole e zucchine
Tortelli di nasello con vongole e zucchine

Come si può facilmente immaginare, si va da preparazioni più semplici a piatti più complessi, che hanno come fattori comuni equilibrio gustativo ed una materia prima straordinaria.

A seguire, e sulla stessa lunghezza d’onda, i secondi provati: pesce spada alla soia e carote; merluzzo in primavera; rana pescatrice, scarola, terra di olive e salsa alle alici; seppia gusto brace.

Pesce spada alla soia e carote
Pesce spada alla soia e carote
Tartare di tonno
Tartare di tonno
Carpaccio di Ricciola
Carpaccio di Ricciola
Seppia gusto brace
Seppia gusto brace

Da non perdere i dolci: Cremoso al cioccolato con composta di mango; Sfera alla liquirizia, soffice al cioccolato, gelato al caffè e gelè alla menta; Madeleine all’arancia, croccante al cardamomo e sorbetto alla carota; ricotta, frutti rossi e crumble all’avena.

Cremoso al cioccolato con composta di mango
Cremoso al cioccolato con composta di mango
Sfera alla liquirizia, soffice al cioccolato, gelato al caffe e gele alla menta
Sfera alla liquirizia, soffice al cioccolato, gelato al caffe’ e gele’ alla menta
Madeleine all'arancia, croccante al cardamomo e sorbetto alla carota
Madeleine all’arancia, croccante al cardamomo e sorbetto alla carota
Ricotta, frutti rossi e crumble all'avena
Ricotta, frutti rossi e crumble all’avena

Si conclude così il nostro felice percorso nei sapori di Ponza, sicuri di tornare molto presto, per raccontarvi ancora questa magnifica isola.