Dolce Vita al Pari Biosteria Paestum

Letture: 141
Una serata in stile 'Dolce Vita' al Pari Biosteria
Una serata in stile ‘Dolce Vita’ al Pari Biosteria

di Novella Talamo

Venerdì sera al Pari Biosteria di Capaccio si è svolta una serata che ha avuto come protagonisti gusto e salute.

Nel piatto una pasta particolare, la Dolce Vita, un nome che richiama subito alla mente il celebre film diretto nel 1960 da Federico Fellini e interpretato da Anita Ekberg e Marcello Mastroianni.

 

 

Una serata in stile Dolce Vita al Pari Biosteria, gli ospiti in sala
Una serata in stile Dolce Vita al Pari Biosteria, gli ospiti in sala

Essa viene ottenuta mescolando una comune farina con quella ottenuta dal carapace dei crostacei che, dopo essere stato tritato e sottoposto a un preciso procedimento, consente di ricavare il cosiddetto ‘chitosano’.

Nel corso della serata il medico nutrizionista prof. Eugenio Luigi Iorio ha illustrato agli ospiti in sala le proprietà della pasta degustata mettendo in evidenza la capacità del chitosano di legarsi alle sostanze ossidate e di agire come una sorta di spugna, attirando a sé i grassi.

Una serata in stile Dolce Vita al Pari Biosteria, il prof. Eugenio Luigi Iorio
Una serata in stile Dolce Vita al Pari Biosteria, il prof. Eugenio Luigi Iorio

Esso viene estratto dai gusci di pandalus borealis, un gamberetto che vive nelle acque  del Nord Atlantico e che viene subito lavorato senza essicazione per evitare l’incorporazione di proteine e mantenere inalterate le qualità organolettiche.

In apertura di cena sono stati proposti in assaggio cubetti di formaggio naturalmente delattosato serviti con alcune composte e un assortimento di pani al carbone vegetale, integrali, bianchi e al vino.

formaggi delattosati con le composte
formaggi delattosati con le composte

 

i pani
i pani

A seguire indivia fritta, brasata e in carpione.

indivia fritta, brasata e in carpione
indivia fritta, brasata e in carpione

Per primo piatto spaghetti Dolce Vita con pomodorini del piennolo del Vesuvio confit, infuso alla menta e prezzemolo leggermente piccante.

spaghetti Dolce Vita con pomodorini del piennolo del Vesuvio confit, infuso alla menta e prezzemolo leggermente piccante
spaghetti Dolce Vita con pomodorini del piennolo del Vesuvio confit, infuso alla menta e prezzemolo leggermente piccante

E’ stata poi la volta del secondo, cubi di maialino nero casertano arrosto con cestino di meringa all’aceto balsamico e crema di zucca.

cubi di maialino nero casertano arrosto con cestino di meringa all’aceto balsamico e crema di zucca
cubi di maialino nero casertano arrosto con cestino di meringa all’aceto balsamico e crema di zucca

Per finire tartelletta al cioccolato Valrhona e lenticchie rosse di Castelluccio.

tartelletta al cioccolato Valrhona e lenticchie rosse di Castelluccio
tartelletta al cioccolato Valrhona e lenticchie rosse di Castelluccio

In abbinamento i vini della cantina Casula Vinaria di Campagna gestita dai giovani cugini Daniele e Fiorello Iorio e Armando Ruggiero.

 

Foto di Novella Talamo

 

www.pastadolcevita.com

www.biosteriapari.it

www.casulavinaria.com