Ristorante il Mosaico di Ischia, possibile che un architetto confonda il plexigass con il vetro di Murano?

Letture: 77
Nella cucina del Mosaico (foto Giancarlo Maffi)

Ehm, non so come dirvelo…
Gli è che siamo andati a trovare Nino Di Costanzo, abbiamo mangiato nella sua cucina e siamo usciti con una domanda
Quale, direte voi?

Forse se in questo momento è il più bravo in Campania?
Naaaaa

Stralunata materia prima?
Naaaaa

Troppo basso nelle guide italiane?
Naaaa

Troppo alto per la Michelin?
Naaaa

I giudici della San Pellegrino/Nestlé poco ne sanno oltre che di geografia di potere?
Naaaa

Ecco, la domanda che ci ha chiuso per tre ore nella sua cucina è:

De Gustibus non est disputandum. D’accordo...

MA POSSIBILE CHE UN ARCHITETTO POSSA CONFONDERE UN MATTONE DI PLEXIGLASS CON IL MATTONE DI VETRO DI MURANO?

In realtà tutto è possibile nel fantastico mondo del 2.0 gastronomico italiano nel quale un contatto val bene una porcata.
A presto la risposta

6 commenti

  • monica

    (30 aprile 2010 - 13:39)

    Cena in cucina per due…delizioso. E io che ho dovuto affrontare il mare del golfo solo il giorno prima senza neanche l’ombra di un cavaliere dal palato fino e senza i piatti di Nino, per giunta. Tutta colpa di Maffi 2. Attendo di sgranocchiare qualche pixel su queste pagine! : )

  • luigi grimaldi

    (30 aprile 2010 - 14:34)

    Però almeno ha imparato a fare le foto!!! Imparerà anche a mangiare con il tempo:-)))

  • gimmy

    (30 aprile 2010 - 15:00)

    secondo me neanche le foto visto che i piatti sono bellissimi e buonissimi e le sue foto li hanno sicuramente deturpati cmq Sig Pignataro finalmente è andato a trovare il mosaico sicuramente il primo ristorante campano ed uno tra i pochi futuri tre stelle italiano che veramente merita

  • calimero

    (30 aprile 2010 - 15:06)

    finalmente è andato al mosaico sicuramente il piu grande ristorante campano e tra i pochi che veramente mertita le tre stelle

  • peppegianturco

    (1 maggio 2010 - 09:46)

    sotto valutato dalle guide italiane senza dubbio ed è ora che i direttori si sveglino un po e nn dare sempre agli stessi il trono il mosaico per tecnica ,presentazioni ,gusto ,il grandissimo lavoro che cè ditro ogni piatto lo studio la precisione ,il servizio etc etc e di certo una delle realta gastronomiche piu inportanti d’italia e non solo quindi mi trovo con i signori su che non puo essere valutato come gennaro o caputo o altri nino è a livelli molto superiori e le tre stelle nessuno meglio di lui le merita è un grande orgoglio per la campania

  • alfredo cuomo

    (1 maggio 2010 - 10:00)

    sono pienamente d’accordo frequento il mosaico da tre stagioni è l’evoluzione che ha avuto ato ragazzo è impressionante i piatti che relaizza sono pazzeschi si nota subito il lavoro che cè dietro si puo definire il mosaico la ferrari dei ristoranti un vero orgoglio la campania e per lìitalia prevedo in tempi vicini l’ultima stellina mancante che merita come nessun altro ragazzi qui siamo alivelli veramente altissimi

I commenti sono chiusi.