Ritorno al Roji di Nola, per scoprire i motivi del successo della cucina giapponese alle falde del Vesuvio.

16/6/2017 2.2 MILA
Roji Japanese Fusion Restaurant Nola
Roji Japanese Fusion Restaurant Nola

Roji Japanese Fusion Restaurant Nola

S.S. 7 bis 184
Tel. 081.512 1761
www.roji.it
Su Facebook
Aperto sempre
Chiuso mai
Da 50 a 90 euro

di Tommaso Esposito

Stiamo assistendo a una continua apertura di locali che si ispirano al Giappone e propongono una cucina cosiddetta fusion.
Questo accade sia in città che in provincia.
Diciamocelo subito, allora.
Un rischio c’è.
Ed è quello di imbattersi in un filone che, inseguendo pedissequamente la moda, non ha identità specifiche, omologa il gusto e in definitiva annoia.
Più o meno quello che è accaduto con la cucina cinese prima, e quella etnica poi, a partire dagli anni ottanta.
Con una differenza, tra l’altro, notevole e sostanziosa.
Quella relativa al conto.
Sicché oggi, oltre a seguire i consigli di Ugo Marchionne su cosa evitare di fare quando ci si siede in uno di questi ristoranti, un po’ alla volta, bisogna rimarcare e segnalare, come già fatto a proposito di 1Q84 qualche differenza.
Di stile e di gusto.
Siamo, dunque, al Roji che nasce da una scommessa di  Giuseppe Tufano,  Giovanni Napolitano e Luigi Giacomo Policastro.
In cucina ci stanno Alex Pochynok, chef del sushi, che ha maturato diverse esperienze altrove prima di giungere qui, e Francesco Franzese come executive.

Roji Giovanni Napolitano, Alex Pochynok, Francesco Franzese, Domenico De Rosa
Roji Giovanni Napolitano, Alex Pochynok, Francesco Franzese, Domenico De Rosa

Di questo giovane cuoco ci siamo interessanti quando stava al Le Monde di San Vitaliano.
Ci sorprese quello che preparò (soprattutto tempura di stoccafisso, tonno scottato e agnello in più cotture) e il suo curriculum lavorativo: al Romeo di Napoli, all’Olivo del Capri Palace, al Palagio del Four Seasons di Firenze, alla Locanda Locatelli di Londra, all’ Atelier di Parigi. Cioè con Salvatore Bianco, Andrea Migliaccio, Vito Mollica, Giorgio Locatelli, Joel Robuchon, cioè.
E già qui si delinea qualche differenza sostanziale.
Nessuna improvvisazione.
Dietro ai fornelli ci sta chi ha fatto esperienza viaggiando e conoscendo cucine diverse.
Non è poco.
E vediamo ora che cosa abbiamo assaggiato.

Edamame fagioli di soia.

Roji edamame fagioli di soia
Roji edamame fagioli di soia

 

Crispy cube con tartare di salmone e kataifi.

 

Roji Crispy cube con tartare di salmone e kataifi
Roji Crispy cube con tartare di salmone e kataifi

 

Carpaccio scottato di tonno magro, ricciola, pesce burro.

Roji carpaccio scottato di tonno magro, ricciola, pesce burro
Roji carpaccio scottato di tonno magro, ricciola, pesce burro

Ventresca di tonno belfago con terriccio di tarallo salsa di burro e zenzero.

Roji ventresca di tonno belfago con terriccio di tarallo salsa di burro e zenzero
Roji ventresca di tonno belfago con terriccio di tarallo salsa di burro e zenzero

Nigiri di tonno magro e olio evo salmone balik e ikura gambero blu con tartufo.

Roji nigiri di tonno magro e olio evo salmone balik e ikura gambero blu con tartufo
Roji nigiri di tonno magro e olio evo salmone balik e ikura gambero blu con tartufo

 

Salmone  ai frutti di bosco che sarà scottato al tavolo con la tecnica shabu shabu, versando cioè sul pesce un infuso bollente.

Roji salmone shabu shabu ai frutti di bosco
Roji salmone shabu shabu ai frutti di bosco

Capasanta con funghi shitake, maionese calda di ricciola, polvere tandori e tartufo.

Roji capesanta con funghi shitake, maionese calda di ricciola, polvere tandori e tartufo
Roji capasanta con funghi shitake, maionese calda di ricciola, polvere tandori e tartufo

Kobe con friarielli alla colatura.

Roji kobe con friarielli alla colatura
Roji kobe con friarielli alla colatura

Giunti quasi come pre-dessert i cappelletti alla rapa rossa ripieno di mousseline di palamita, emulsione alla prugna fermentata e melanzane alla scapece.

Roji cappelletto alla rapa rossa ripieno di mousseline di palamita, emulsione alla prugna fermentata e melanzane alla scapece
Roji cappelletto alla rapa rossa ripieno di mousseline di palamita, emulsione alla prugna fermentata e melanzane alla scapece

Infine namelaka al cioccolato a latte e sale maldon su zuppetta di pesca bianca , sorbetto all’arancia affumicata, crumble all’olio di oliva.

Roji namelaka al cioccolato a latte e sale maldon su zuppetta di pesca bianca , sorbetto all'arancia affumicata , crumble all'olio di oliva.
Roji namelaka al cioccolato a latte e sale maldon su zuppetta di pesca bianca , sorbetto all’arancia affumicata , crumble all’olio di oliva.

Ginger beer e sake.

Roji Ginger beer Fever-tree Con lime bacca di ginepro e menta
Roji Ginger beer Fever-tree Con lime bacca di ginepro e menta

 

Roji Sake
Roji Sake

Dunque, questa la degustazione.
Grande materia prima, buona tecnica, nessuna sbavatura sostanziale.
Un percorso vario e per nulla monotono sia nelle tonalità, sia nell’intensità dei sapori.
Un buon equilibrio tra le dolcezze, le acidità e l’amaro.
Un richiamo felice e non di maniera, dunque non improvvisato e banale, con la reale fusion, cioè quella di prossimità.
Vale per tutto il connubio tra friarielli, colatura di alici e kobe.
Assaggiatelo e capirete.
Insomma, se vi viene la voglia di andare per sushi ecco un buono indirizzo dove fare una bella esperienza gastronomica e soprattutto non trovare pasticci con poltiglie di riso e formaggio tipo Filadelfia.

Roji japanese fusion restaurant Nola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *