Napoli, il triangolo felice dei crudi di mare: CrudoRe, L’Altro Loco e Terrazza Calabritto

Letture: 322
CrudoRe, Gianni Liotti con lo staff di cucina
CrudoRe, Gianni Liotti con lo staff di cucina

 

CrudoRe, L’Altro Loco e Terrazza Calabritto
Crudo e bollicine funziona in tutta Italia. ma a Napoli c’è il triangolo magico di tre locali di successo dove ogni giorno bisogna fare la fila per entrare. Grande materia prima, semplicità, tanto mestiere da parte dei patròn che riescono a dare un tono preciso al proprio locale.

Si tratta di tre ristoranti anticiclici, sono liberi dall’asticella dei 35 euro per mangiare e al tempo stesso non sono costretti  a fare piroette gourmet.
Forse il segreto del succeso è proprio la semplicità e aver conservato quell’ottimismo anni ’90 che ormai si è perso nel resto del Paese.

CrudoRe

Crudo Re
Crudo Re

Il più essenziali dei tre, bel format con tanto crudo, sterminata carta di bollicine che sono la vera passione del patròn Gianni Liotti e un po’ di cucina ben eseguita.

L’Altro Loco

L'Altro Loco, Diego Nuzzo
L’Altro Loco, Diego Nuzzo

Diego non propone solo crudo, ma anche belle ricette di tradizione come la genovese con lo strutto. Una esperienza appagante alle spalle di Piazza dei Martiri in via Cappella vecchia.

Terrazza Calabritto

Terrazza Calabritto
Terrazza Calabritto

A piazza Vittoria Enzo Politelli domina la scena dall’alto.Di grande tradizione familiare, è ben sostenuto da un approccio easy e una cucina rinfrescanti.

CrudoRe, L’Altro Loco e Terrazza Calabritto