Roccagloriosa, U’Trappitu

Letture: 206

Via del Mare
Località Acquavena
Aperto a pranzo e a cena
Chiuso: il lunedi, mai in estate.
Tel.: 0974.980167

Per chi cerca un po’ di quite dopo il mare di Policastro, a soli tre chilometri da Roccagloriosa – che vale una visita per gli importanti reperti pre-cristiani e il bel borgo medievale – la frazione Acquavena offre da molti anni un solido punto di ristoro.

U’ trappitu, l’antica macina per le olive in pietra e legno, è un bar-ristorante come quelli di una volta, con il locale per il caffè e la birra affacciato sulla strada, gli uomini (solo uomini) intenti a fumare e a parlare del nulla, mentre le donne lavorano a casa e nei campi, come nella migliore tradizione araba.Per fortuna, qualche metro più giù la situazione cambia. Circondato da piante e fiori trovate il ristorante di Alberto e sua moglie, completamente ristrutturato in legno e pietra locale, con torchi e trappiti originali in bella vista. I coperti sono quasi 200 ma ben distribuiti in due sale, il pubblico composto soprattutto da famiglie, che oggi più che mai vogliono mangiare bene e risparmiare.

Dalla cucina, completamente a vista da entrambe le sale, escono piatti “da casa” come gli spaghetti aglio e olio o al pomodoro fresco ma anche ricette della tradizione, come i fusilli al sugo d’agnello e le cosidette ceriole, una pasta fresca fatta a mano, simile ai cavatelli, condita con il ragu’ o con i funghi. I secondi sono ovviamente tutti di carne, proposta alla griglia o al forno, mentre sono da provare le polpettine alla cacciatora, ammorbidite e insaporite da un ottimo sughetto al rosmarino.

Servizio più che rodato, abituato ai grossi numeri. La lista dei vini, invece, lascia delusi: va bene poche etichette, ma perchè non del territorio? Di sera, anche pizzeria con forno a legna. Conto scacciacrisi, sui 20 euro.