Roma, Le Golosizie di Miranda

Letture: 100
Le Golosizie di Miranda

di Roberto Muzi

Miranda Pisione è un simbolo di tenacia e artigianalità, conoscenza e passione.

Provenendo da un lavoro completamente diverso, due anni fa circa decide di dare spazio alla sua passione principale, quella delle composte e gelatine di frutta e spezie. Apre così un laboratorio con relativo punto vendita, un vero e proprio atelier, nel Quartiere Africano, a Roma: è così, frutto della passione e della voglia di sperimentare che nascono l’ottima Sherazade, confettura agrodolce di cipolle rosse, la fantastica Desdemona, marmellata extra d’arancia speziata con noci e uvetta o la delicata Ipazia, gelatina di prosecco con scorzette di pompelmo, tanto per citare tre tra le prime creazioni de Le golosizie.

Con la consapevolezza di fare prodotti di alta qualità e facilità d’accostamento gastronomico, in pochissimo tempo è riuscita già a partecipare ad importanti eventi nazionali e a farsi ben conoscere nel difficile mercato gastronomico romano.

Caparbia nella scelta degli ingredienti e nella loro selezione, fantasiosa nella stesura delle ricette e nell’accostare e abbinare, Miranda ha frequentemente collaborato con Slow Food (memorabili i Laboratori del gusto che l’hanno coinvolta, durante i quali riesce sempre a coinvolgere e ingolosire il pubblico), facendosi apprezzare non solo come artigiana, ma anche come produttrice perfettamente in grado di spiegare il proprio lavoro al pubblico, incuriosendolo e tentandolo, mescolando la parte ludica e gastronomica con quella più prettamente didascalica.

3 commenti

  • Paolo Mazzola

    (8 maggio 2012 - 16:45)

    Una sceneggiatrice ( prestata all’agro alimentare) ma che pensa in grande , già cerca un’azienda partner dove produrre le confetture ,le gelatine e i suoi preparati e poi le ricette sono molte di più .Venite per provarlee scoprirle…..

  • Virginia

    (8 maggio 2012 - 17:46)

    questa mi mancava. grave lacuna: vado subito a ripetizione ;-)

  • Paolo

    (8 maggio 2012 - 18:46)

    Basta venire giovedì sera al mercato…così ci conosciamo

I commenti sono chiusi.