Roma, la pizza di ProLoco Pinciano a Porta Pia

Letture: 615
Pro Loco Pinciano, il supplì
Pro Loco Pinciano, il supplì

di Virginia Di Falco

Pro Loco Pinciano è il locale aperto circa un anno e mezzo fa in zona Piazza Fiume come ‘filiazione’ del Pro Loco di Centocelle, prima solo bottega ora anche cucina di prodotti D.O.L. (di origine laziale) messa su da Vincenzo Mancino, qui a due passi da Porta Pia insieme a Fiorentina Ceres e Gastone Pierini.
Ne avevamo parlato perché ci aveva fatto un’ottima impressione: dal punto di vista architettonico – un locale molto ampio, moderno, ristrutturato con gusto e passione – per il servizio giovane, molto cortese e professionale, ma soprattutto per una cucina tutta centrata su territorio e mercato, senza fronzoli anche se curata nei particolari.

Pro Loco Pinciano, uno scorcio del locale
Pro Loco Pinciano, uno scorcio del locale

Pro Loco Pinciano è anche pizza, con forno a legna. Ci siamo ritornati più volte e sempre con soddisfazione, notando che per molti è diventata nel frattempo la pizzeria di riferimento della zona, con un promettente e felice equilibrio tra clienti residenti e turisti.

Pro Loco Pinciano, il forno a legna
Pro Loco Pinciano, il forno a legna

Ben eseguita la margherita, che abbiamo provato con la spianata romana.

Pro Loco Pinciano, la margherita con la spianata romana
Pro Loco Pinciano, la margherita con la spianata romana

Originale e gradevole – anche se forse darebbe il suo meglio in un percorso degustazione più che da sola – la pizza bianca D.O.L. con coppa di testa, marmellata di albicocche, olio extra vergine di oliva e scorzette di limone: inizialmente l’amaro dell’agrume regala uno sprint efficace all’insieme, ma il dolce finisce per prevalere.

Pro Loco Pinciano, la bianca DOL
Pro Loco Pinciano, la bianca DOL

Classica – e infatti a più di una generazione fa fare un salto negli anni Settanta – la capricciosa, qui D.O.L. naturalmente, completa di mozzarella, prosciutto di Bassiano, carciofini, olive di Gaeta e uovo d’ordinanza, saporita ma non salata, di gran soddisfazione.

Pro Loco Pinciano, la capricciosa
Pro Loco Pinciano, la capricciosa

Gustosa anche quella con spinaci crudi, pomodorini e scamorza, ricca ma fresca al tempo stesso.

Pro Loco Pinciano, spinaci e scamorza
Pro Loco Pinciano, spinaci e scamorza

Ora, a parte tutta la storia della filiera corta che abbiamo abbondantemente raccontato – e con piacere, approvando in toto l’opera meritoria di Vincenzo nella diffusione e distribuzione di piccoli produttori del Lazio –il nocciolo della questione qui è il seguente: con questi prodotti e questa lavorazione la pizza di Pro Loco Pinciano è proprio buona. Certo, a volte con la ricerca di nuovi gusti e l’attenzione alla farcia si fanno prendere un po’ la mano, dimenticando che due o tre ingredienti ben dosati possono bastare e avanzare. Ma la pasta è sempre leggera e ben lievitata, la ‘ripassatina’ finale dell’impasto nella semola rimacinata e un’ombra di crusca danno più gusto e una consistenza particolare all’insieme. E su questo aspetto sappiamo che qui stanno continuando a studiare e sperimentare.

Insomma, una pizzeria a Roma da non perdere di vista.

PROLOCO PINCIANO
Via Bergamo, 18 (zona Porta Pia)
Tel. 06. 06 841 4136
Sempre aperti

www.prolocopinciano.it