Romanico 2009 Castel del Monte doc Cefalicchio

Letture: 137
Romanico 2009 Cefalicchio
Romanico 2009 Cefalicchio

C’è chi diventa biodinamico e chi lo è sempre stato. La sensibilità su questi temi è sempre più alta, ma noi riteniamo che il primo parametro per valutare un vino sia vedere se ci piace o meno. Per dire il dibattito sui solfiti è decisamente stucchevole visto che fatto cento il danno di un bicchiere di vino almeno 90 è dato dall’alcol. Insomma, per dire che l’approccio salutistico può essere anche controproducente se lo si percorre sino in fondo perché la ragione del cibo e del vino è anche la quota di felicità che riesce a trasmettere, il benessere psichico, altrettanto importante di quello fisico.
Cefalicchio è l’azienda di Canosa sorvegliata dal fascinoso Castel del Monte costruito da Federico II e dal Vulture. Era il 1992 quando Fabrizio Rossi decise di avviare la coltivazione biodinamica del suolo e di certificarsi. Un pioniere ante litteram e al di sopra di ogni sospetto di speculazione commerciale perché avviare discorsi del genere un quarto di secolo fa significava essere anzitutto convinti. Proviamo il Nero di Troia Romanico del 2009 su consiglio di un caro amico mentre ceniamo a Palazzo Caracciolo a via Carbonara.
Cosa ci ha colpito di questo vino? Sostanzialmente la risposta ad uno dei dilemmi su cui si è discusso molto negli ultimi anni tra gli amici pugliesi, ossia posto che sul Negroamaro l’interpretazione di Severino Garofalo resta la più inseguita, che nel Primitivo è sostanzialmente semplice cercare di capire la direzione polposa ma anche fresca. Posto questo, insomma, di che Nero di Troia dovremo vivere. Stile Boredeaux, stile americano, stile freschissimo passato solo in acciaio, surmaturo e ancora altro? La risposta è in questo bicchiere semplice, ricco di acidità nonostante le sette stagioni già trascorse in bottiglie, con una punta di ciliegia croccante, la sapidità. Ma soprattutto un gran bel vino abbinabile al cibo in cui la speziatura esalta la sostanza fruttata senza coprirla intuilmente. Ora l’azienda dei fratelli Rossi è dei Feudi di San Gregorio, ma la filosofia non cambia e noi ne potremo davvero godere di tante altre annate così immediate, semplici e complesse.

Azienda Agricola Biodinamica Cefalicchio
Corso S. Sabino, 6 – Canosa di Puglia (BAT)
info@cefalicchio.it – www.cefalicchio.it