Rosa del Golfo 2007 Salento igt

Letture: 41

ROSA DEL GOLFO
Uve: negroamaro, malvasia nera Leccese 10%
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

La giornata va in rosa. In una riunione di colleghi dislocati qua e là per l’Italia e che, in maniera informale, si ritrovano una volta l’anno a bere insieme, si è pasteggiato a rosato. Non uno qualunque. Il vino in questione è il Rosa del Golfo 2007 e non è poco. Il rosato, come tutto il vino, richiede mestiere e, magari qualcuno ancora ci pensasse, non è un” taglio arrangiato”. Ecco allora che con questo rosato possiamo fugare ogni dubbio e godere di un gran bicchiere.
Il metodo attraverso cui è ottenuto è quello tradizionale a lacrima. La cantina che lo produce nasce circa due secoli fa. Il tempo e lo sviluppo tecnologico, cresciuto di pari passo alla sana abitudine di preservare la propria tradizione territoriale, l’hanno poi resa famosa proprio per il suo Rosa del golfo. Succede allora che, nel 1988, l’azienda Calò cambia il proprio nome in Rosa del Golfo,proprio come il prodotto che ormai identifica e distingue la cantina. I vigneti si sviluppano sulle splendide colline della penisola Salentina, sull’estrema punta dello stivale con i suoi terreni rossi e argillosi. Eccolo allora in degustazione. Alla vista ha uno splendido colore rosa cerasuolo. E’ luminoso, accattivante. Al naso si esprime ricco.
Si comincia allora con la freschezza dei fiori. Nel suo bouquet complesso e gradevole riconosco la rosa canina, le erbe aromatiche della tipica macchia mediterranea e con essa la mineralità del mare. Si passa poi alla frutta, giustamente succosa, in cui scorgo i tipici frutti rossi e forte su tutti il lampone. E’ molto bello anche al palato. Ha un equilibrio fresco e al contempo morbido. La sapidità è presente e molto piacevole . Si trova una buona corrispondenza naso-bocca soprattutto nelle note floreali.
Buona la persistenza.In tavola, tra gli innumerevoli abbinamenti cui si presta questo bel bicchiere, lo proverei con del coniglio, magari anche con una ricetta un po’ elaborata. Io consiglio il coniglio disossato e arrotolato con timo rosmarino e pancetta. Questo è proprio un vino da provare e come scrivono spesso i giornalisti americani: nessuno beve mai abbastanza vino rosato!

Questa scheda è di Sara Marte

Sede in Alezio in provincia di Lecce, in via Garibaldi, 56.
Telefono: 0331993198
www.rosadelgolfo.com
calo@rosadelgolfo.it
Enologo: Angelo Solci.
Ettari: 20 di proprietà e 20 in affitto.
Vitigni: negroamaro, malvasia, aglianico, primitivo, pinot nero, chardonnay, verdeca.