Rosso di Valtellina 1999 Balgera

Letture: 202
Rosso di Valtellina

di Teresa Mincione

Un rosso di Valtellina delle Cantine Balgeri di ben quindici anni. Era il lontano 1999. Curiosa di un’annata retrò e di come dopo qualche luna, il tempo avesse accompagnato questo rosso valtellinese, mi son decisa ad aprire la “porta inviolabile” della mia bottiglia.

La sua provenienza rimanda a Chiuro e a Paolo Balgera, enologo e proprietario dell’azienda.

La composizione è prevalentemente Nebbiolo, con una piccolissima percentuale di varietà tradizionali (Pignola e Rossola Valtellinese). La vigna di derivazione vanta i 300m ed i 700m slm. Terreno calcareo e ricco di ciottoli. Una storia lunga oltre cento anni accompagna i calici della Cantina Balgera.

Cavatappi alla mano, et voila, tappo perfetto e di buon profumo. Nel calice: colore rosso rubino scarico definito da un’unghia tendente all’aranciato.

Nonostante gli anni all’attivo, reagisce bene. Qualche minuto di respiro è concesso, anzi dovuto! All’olfatto delicati sentori di fragola matura e fiori rossi. Nel lento roteare non tardano nuance più intense e scure che parlano di frutti di bosco e terra bagnata. Le spezie a contatto con il tempo sono diventate dolci perdendo la scattante pungenza. Ancora qualche refolo nascosto stuzzica l’olfatto con echi di cacao e tabacco secco. In bocca coinvolge la frutta rossa. Ciliegie sotto spirito. Le spezie giocano a rincorrersi. Delicatamente sapido e dai tannini cortesi limati dal tempo. Bella performance in freschezza che rende piacevole un sorso successivo. Elegante e fine. Provo un secondo approccio. Cambierà? A dirla tecnicamente, evolverà? Ormai è da più di una manciata di minuti che si crogiola nel bicchiere. Al naso non concede grandi mutamenti, ma al gusto qualcosa si è aggiunto. Le note affumicate, torbate e nere si sono accentuate donando una leggera gustosità prima latente e delicata. Questione di tempi, direi. Necessità di scovare il momento migliore, concedendo al calice gli intervalli giusti. Anche il vino, chiede le sue “pause di riflessione” fino a dettare lui i tempi. Questa bottiglia ha dormito quindici anni e a mio avviso avrebbe retto ancora qualche tempo. Curiosità è donna e la mia ha vinto su qualche altro scampolo di tempo in cantina. Ben fatto!

www.balgeravini.it

 

2 commenti

  • Daniela

    (26 luglio 2014 - 18:36)

    Ringraziamo la signora Teresa per l’apprezzamento, resta inteso che sarà la benvenuta se volesse provare altro qui in Cantina.
    Balgera Vini
    (Daniela)

  • Daniela

    (26 luglio 2014 - 20:00)

    Gentile Sig.ra Teresa volevo solo informare che il sito esatto è http://www.vinibalgera.it
    (non http://www.balgeravini.it che è vecchio ma dobbiamo lasciarlo per ragioni tecniche…).
    Ancora grazie e cordiali saluti.
    Daniela Balgera

I commenti sono chiusi.