S. Antuono di Torchiara, Gelateria Di Matteo: il gusto vincente del vero gelato artigianale cilentano

Letture: 729
Gelateria Di Matteo

di Enrico Malgi

Erano i primi anni del XIX secolo quando nasceva la Gelateria Di Matteo nella frazione S.Antuono di Torchiara nel Cilento e che prendeva proprio il nome dal suo fondatore Raffaele Di Matteo. Allora i gelati, lavorati soltanto nei giorni della festa patronale, erano mantecati completamente a mano, con attrezzature d’epoca ancora adesso in parte esposte nel locale.
Ed ora, a distanza di oltre un secolo, la rinnovata e premiata gelateria è sempre là al solito posto in bella mostra a Piazza Torre, proprio accanto alla chiesa locale, gestita adesso dal bravo Raffaele Del Verme, ultimo rampollo della schiatta da parte di madre e che ha raccolto il testimone da suo padre Leopoldo (Poldino per gli amici). Raffaele, tra i tanti riconoscimenti ricevuti in tutti questi anni, l’anno scorso ha trionfato alla quarta edizione dello “Sherbert Festival Concorso Internazionale Gelato Artigianale del Mediterraneo Procopio de’ Coltelli” di Cefalù (Pa) con il gusto fichi al cioccolato e che ha visto la partecipazione dei più bravi gelatieri d’Italia. Se si pensa che nel mese di luglio scorso Enzo Crivella ha ricevuto per il suo locale Kriò Gelatocaffé la consacrazione di gelateria dell’anno dopo un sondaggio commissionato da parte del blog “Il Gastronauta” di Davide Paolini, il Cilento deve andare veramente orgoglioso di questi prestigiosi premi e dei suoi benemeriti figli.

Gelateria Di Matteo, attestati e premi

Negli anni ’70 Leopoldo (genero di Raffaele Di Matteo) dà una sterzata decisiva alle sorti del suo locale con la produzione di deliziosi gelati alla frutta fresca ed insuperabili granite al limone. Ai giorni nostri, nonostante i continui rinnovamenti, il locale ha mantenuto quell’atmosfera d’antan che porta alla mente i vecchi bar di paese, come una fotografia sbiadita dal tempo: clienti intenti a giocare a carte, a discutere animatamente, a crogiolarsi al sole ed a sorbirsi il caffè ai tavoli e soprattutto a gustare l’ottimo gelato sulla panoramica terrazza che dà sulla valle di Copersito. Il problema purtroppo, come mi ha confidato Raffaele, è proprio questo: la gelateria è famosa in tutta Italia, riceve copiosi riconoscimenti e confeziona un prodotto inimitabile, ma economicamente non rende abbastanza da poter sopravvivere, proprio per l’esiguità della clientela locale e per la stagionalità dell’offerta. Raffaele ha anche tentato di spostarsi in un centro più ricettivo come Agropoli, ma anche là le cose non sono migliorate di molto e, quindi, ha preferito tornare a S.Antuono. Purtroppo in Italia, e specialmente nel nostro Meridione, sempre più spesso assistiamo impotenti al fallimento di piccole ed encomiabili imprese commerciali a conduzione familiare che meriterebbero maggiore considerazione da parte degli enti preposti. Qui perlomeno ci si difende con l’alta e riconosciuta qualità e sarebbe un vero peccato se si disperdesse questo grande patrimonio.

S. Antuono di Torchiara

I gelati che produce Raffaele, con materie prime eccellenti che in massima parte provengono dal Cilento, sono una risorsa territoriale unica ed inappagabile e rappresentano un marchio ben definito. I gusti sono molteplici e tutti buonissimi: cacao, nocciola, mandorla, noce, pistacchio, stracciatella, caffè, fior di latte, limone, fragola, frutti di bosco, corbezzolo, fichi, melone, ricotta e pera, ricotta e pistacchio, miele, noce e pera, fichi, alloro e mandorla ed il pregiatissimo e super premiato fichi al cioccolato.

E’ sicuramente un bello spettacolo che appaga gli occhi e la gola. Quando vi capiterà di trovarvi da quelle parti andateci, degustate i gelati e vi assicuro che non ve ne pentirete!

 

Sede a S.Antuono di Torchiara (Sa)

Piazza A. Torre, 14

Tel. 0974 831012 – Cellulare 347 5817699

dolceeco@tiscali.it

 

3 commenti

  • Mondelli Francesco

    (6 ottobre 2013 - 22:07)

    Propio bravo:nel suo campo è una realtà che onora il Cilento.Si trova inoltre in un distretto dove in un raggio di pochi chilometri troviamo De Conciliis,Santomiele,Case Bianche.Barone e Rotolo.PS.Non vorrei essere pessimista,ma credo che fra non molto il nostro prenderà il largo per lidi più favorevoli.Saluti da Francesco .

  • Marco Contursi

    (7 ottobre 2013 - 00:36)

    Bella la scheda di Enrico,che leggo sempre con piacere.Questa è una buona gelateria che Peró quest anno ho trovato sotto tono per quel che concerne i gusti,anche l ambiente un po datato unito ad una posizione defilata non aiutano gli affari.Poco azzeccata la scelta di abbandonare la succursale di Agropoli che necessitava di tempi e strategie migliori prima di abbandonare.Oltretutto fa il gelato solo in estate,già di questi tempi l anni scorso non trovai niente.Urge un cambio di passo per avere il successo che merita,nel passato faceva pure il gelato per Rivabianca nel loro punto vendita col loro latte,quest anno non saprei ma mi sembrava diverso.

  • Enrico Malgi

    (7 ottobre 2013 - 17:47)

    Purtroppo la crisi morde e si fa sentire soprattutto nelle piccole attività commerciali artigianali come la gelateria Di Matteo.La soluzione migliore non è sempre quella di emigrare per avere successo. Anche ad Enzo Crivella, che ho citato nel report, è capitato ultimamente di dover fare marcia indietro e tornare all’ovile, lasciando la gelateria di Salerno per sua precisa scelta. A volte le realtà così minimaliste, può sembrare un paradosso, ma riescono a sopravvivere solo nel proprio entourage territoriale. Nelle ultime settimane ne ho scoperte alcune e ancora sto cercando di scoprirle. Resta il fatto, comunque, che piange il cuore assistere a questo strazio.

I commenti sono chiusi.