Salapia Bombino Bianco 2010 Puglia igt| Voto 83/100

Letture: 124
Bombino bianco - fonte web

PODERE BELMANTELLO

UVA: BOMBINO BIANCO
FASCIA DI PREZZO: 7,00-8,00 EURO
FERMENTAZIONE E MATURAZIONE: ACCIAIO

VISTA 5/5 – NASO 24/30 – PALATO 24/30 – NON OMOLOGAZIONE: 30/35

Il rovescio della medaglia, ovvero l’altra faccia del Bombino. In giro ci sono poche varietà ampelografiche che sotto lo stesso nome danno vita a vini connotati da una doppia colorazione (la famiglia dei Pinot rappresenta un capitolo a parte). Una di queste è proprio il Bombino pugliese che nella variante a bacca bianca, di antiche origini spagnole, è stato dapprima scambiato per il Trebbiano Toscano e poi è stato accertato che ha strette parentele in Abruzzo col Trebbiano locale, in Emilia-Romagna col Pagadebit o Straccia Cambiale e nel Lazio, ove è chiamato con vari nomi, il più noto dei quali è quello di Bonvino, simile alla varietà a bacca rossa. Tutti questi sinonimi indicano chiaramente che in passato il Bombino era contraddistinto da una grande capacità produttività e vigoria e questo assicurava ai viticoltori una fonte di guadagno certa per ammortizzare così le spese.

La Puglia dei grandi vitigni autoctoni a bacca rossa sembra che abbia poca inclinazione a produrre vini bianchi territoriali di buona qualità, anche se non mancano piacevoli eccezioni, proprio come il Bombino bianco, che merita ampi consensi. L’azienda Podere Belmantello di Cerignola (FG) produce un’etichetta, il Salàpia, che è sicuramente tra le migliori espressioni varietali a livello regionale. La storia aziendale e familiare di questa giovane maison è emblematica e singolare e curiosamente segue in parte quella del Bombino, tanto da meritare una più approfondita divagazione. Bisogna risalire al 1950 quando Angelo Paradiso, attivo ed esperto agricoltore di Cerignola (comune foggiano sito nel cuore del Tavoliere delle Puglie), decise di costruire una Cantina dandogli il suo nome. Da allora le generazioni che si sono succedute si sono distinte per l’ottima capacità produttiva e l’alta qualità dei vini. Purtroppo, dopo varie vicissitudini, nel corso degli ultimi anni si sono registrate incomprensioni gestionali all’interno del clan familiare. E così tra il 2007 e il 2008 inaspettatamente si è giunti addirittura alla chiusura aziendale. A questo punto Angelo Paradiso, omonimo e nipote del fondatore, nell’intento di non vanificare tutto il lavoro compiuto nel corso di questi anni, decide di creare un nuovo marchio, cioè Podere Belmantello, che prende le mosse da una delle tenute di famiglia. Arriviamo così, storia recente, al 2010, in cui, superati i disaccordi e i dissapori a livello familiare, viene riproposto, anche se con connotazioni diverse, il marchio Cantine Paradiso sotto la direzione dello stesso Angelo Paradiso, che continua a gestire comunque anche l’altra azienda. In pratica, quindi, si può tranquillamente affermare che qui sussistono due facce della stessa medaglia: due corpi aziendali e una sola famiglia, proprio come, analogamente al Bombino, abbiamo due vitigni che danno vini di diverso colore e un solo nome!

L’uva è stata raccolta a fine settembre. Dopo la fermentazione in serbatoi di acciaio inox, il vino rimane per circa due mesi a contatto con le sue fecce, per poi essere filtrato ed imbottigliato. Prima di essere messo in commercio, sosta altri due mesi in bottiglia. La gradazione alcolica si ferma a 12° C. Attraverso il bicchiere traspare un delicato cromatismo giallo paglierino acceso, con lampi luminosi sull’unghia. I profumi che salgono al naso sono gradevolmente eleganti e delicati e segnati da sensazioni olfattive dichiaratamente fruttate e floreali che ci ricordano la pesca gialla, l’albicocca, il mandarino, la mandorla e il biancospino. In bocca si dispiegano note sapide, fresche ed agrumate. Il finale è morbido, dolce e pervasivo. Da servire intorno ai 10 gradi insieme a verdure, risotto, pesce arrosto, formaggi giovani e/o a pasta filata e carne bianca. Prosit!

Questa scheda è di Enrico Malgi

Vinolea Paradiso s.r.l. – Cantine Paradiso – Via Manfredonia, 39 Cerignola (FG) – Tel. 0885 428720 – Fax 0885 428593 – info@cantineparadiso.itamministrazione@cantineparadiso.it – Enologo: Vincenzo Baldari – Ettari vitati:7 – Bottiglie prodotte: circa 140.000 con le due aziende di Cantine Paradiso e Podere Belmantello – Vitigni: Primitivo, Negroamaro, Nero di Troia, Malvasia nera, Bombino bianco, Trebbiano e Fiano.

Un commento

  • eros pagani

    (11 marzo 2012 - 11:23)

    buongiorno sto cercando il NERO O ROSSO DI TROIA da rivendere nelle fiere o manifestazioni simili….se interessati mandare per cortesia documentazione….prodotti costi….i di spedizione e quantitativi importante che sulla BOTTIGLIA CI SIA SCRITTO NERO O ROSSO DI TROIA GRAZIE. SALUTI. EROS GIUSEPPE PAGANI

I commenti sono chiusi.