San Giuseppe Vesuviano, Pizzeria Voglia di Pizza di Luigi Cippitelli

Letture: 5706
Luigi Cippiteli con la moglie Imma
Luigi Cippiteli con la moglie Imma

di Maura Ciociano
fotografie di Daniele Caruso

Voglia di Pizza
Via Astalonga 38 – San Giuseppe Vesuviano
Tel. 081.5295302
Aperto sempre – Chiuso martedì

Ci accoglie con un sorriso sornione Luigi Cippitelli, maestro pizzaiolo vesuviano, nella soleggiata pizzeria di San Giuseppe Vesuviano. Pizzaiolo itinerante, dopo aver percorso in lungo e in largo il Belpaese, decide di stabilizzarsi nell’Agro Vesuviano, sua terra d’origine. Dapprima aprendo una pizzeria d’asporto e poi decidendo – con il fratello Marco – di aprire un nuovo locale nei pressi del centro della cittadina vesuviana.
Leggerezza, freschezza, precisione sono le parole chiave della sua pizza.

Voglia di Pizza, Luigi Cippitelli
Voglia di Pizza, Luigi Cippitelli

Il disco per Cippitelli è un piatto su cui creare il giusto abbinamento, partendo dai prodotti della terra, interrogando costantemente le ricette della tipicità, trascendendo (con consapevolezza) la tradizione. La pizza è di scuola napoletana, con il cornicione alto e altrettanto areato, segno di una buona lievitazione e maturazione dell’impasto.

Voglia di Pizza, la marinara del Cilento
Voglia di Pizza, la marinara del Cilento

C’è ricerca per le biodiversità territoriali tra Vesuvio, Alto Casertano e Cilento, amore per i presidii Slow Food come nel caso della Marinara del Cilento con pomodori di Mandia (dell’Azienda ERMMA’), tonno alletterato Aura-Cilento, alici di Menaica di Donatella Marino, olive salella ammaccate a mano e origano di montagna.

Voglia di Pizza, margherita del Cilento
Voglia di Pizza, margherita del Cilento
Voglia di Pizza, mozzarella nella mortella Chirico
Voglia di Pizza, mozzarella nella mortella Chirico

Interessante è anche la Margherita del Cilento con mozzarella nella Mortella dell’Azienda Chirico di Ascea, pomodori di Mandia e caciocavallo nella vinaccia.
La pizza delle feste è la Rinforzo Sbagliata con le olive caiazzane, il pomodoro del Piennolo, papaccella classica napoletana e la mozzarella di bufala.

Voglia di Pizza, la Rinforzo Sbagliata
Voglia di Pizza, la Rinforzo Sbagliata

Concludiamo con una montanara fritta al forno con il classico ragù napoletano (cotto 5 ore). All’uscita una spolverata di provolone del monaco.

Voglia di Pizza, il cornicione
Voglia di Pizza, il cornicione

Attento, scrupoloso, con un mix di passione e precisione più da chef che da pizzaiolo, Luigi Cippitelli è piuttosto riservato e ama infatti mantenere la giusta distanza dal clamore dei media. Ma non per questo non ne sentiremo parlare nel corso dell’anno appena iniziato. Auguri!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>