San Lorenzo 1998, il Verdicchio che sfida il tempo |Voto 92/100

Letture: 215

San Lorenzo 1998

Vista 5/5. Naso 26/30. Palato 26/30. Non Omologazione 35/35

La zuppa ghiacciata, lo spaghettone affumicato, persino la beccaccia. Insomma i grandi piatti di Uliassi a Senigallia meritano davvero un vino speciale. E, sapete, non è neanche necessario spostarsi molto per trovarlo: a circa 50 chilometri, nel comune di Montecarotto, è al lavoro dal 1995 una chiocciola Slow Wine: Natalino Crognaletti.


Questo contadino, immerso nei vigneti piantati dal padre una quarantina di anni fa, mi ha regalato una delle cose che in questo momento mi piacciono di più: un vino bianco invecchiato 13 anni. Per la precisione il San Lorenzo 1998, ultima annata in commercio. Sì, avete capito bene: non è la solita bottiglia sapientemente custodita a lungo nella cantina di un ristoratore erudito, ma un grande verdicchio, ottenuto da uve biologiche, uscito da qualche mese in commercio.
La potenza del verdicchio, uno dei pochi vitigni autoctoni italiani a dare filo da torcere al fiano di Avellino, emerge dal modo con cui sono passati questi tredici anni. Natalino capatosta infatti lo tiene per dieci anni in vasche di acciaio sui propri lieviti, poi un anno in bottiglia.
Il risultato è meraviglioso, emozioni al naso con le note di frutta bianca ben evoluta ma non cotta, le note di macchia mediterranea, gli spunti di salvia e di tiglio. In bocca è una gioia prima con l’attacco dolce di frutta, poi con la grande spinta dinamica impressa da una acidità matura, non scissa, capace di imprimere una forte accelerazione dal centro del palato sino alla chiusura regale, piacevole, lunghissima, sostenuta dal corpo e dall’alcol.
Un meraviglioso bianco italiano, non palestrato e dopato, espressione di un progetto capace di fare del tempo l’alleato più potente ed efficace di chi ama bere bene e senza conseguenze postume. Così questo vino memorabile mi ha fatto compagnia per quella che considero la cena dell’anno. E’ vero, mancano ancora più di tre mesi a san Silvestro, ma difficilmente questa abbinata marchigiana potrà essere superata.

Sede a Montecarotto
Via San Lorenzo, 6 Tel. 0731.89656
www.fattoriasanlorenzo.com Ettari: 35 di proprietà. Bottiglie prodotte: 100.000. Uva: verdicchio. Prezzo: da 35 euro

Un commento

  • Lello Tornatore

    (21 settembre 2011 - 08:26)

    Apperò!!! Ultima annata in commercio nel senso che questo vino non esce sul mercato prima dei tredici anni dalla vendemmia?

I commenti sono chiusi.