Servizio di sala dalla pizzeria al tristellato: i Fratelli Salvo alla Francescana di Modena

Letture: 141

Salvatore e Francesco Salvo
Salvatore e Francesco Salvo

 

La pizzeria dei Fratelli Salvo alla Osteria Francescana di Modena. Da lunedì ciascun dipendente impegnato nel servizio di sala a San Giorgio a Cremano si trasferirà per una settimana agli ordini di Beppe Palmieri.
Una mossa semplice, una rivoluzione copernicana. Davvero sino ad oggi era impensabile che un cameriere di una pizzeria potesse affinarsi in un tristellato, ed è esattamente quello che avverrà e che coinvolgerà tutti, nessuno escluso.

Lo annuncia lo stesso Beppe Palmieri nel suo blog Glocal: Noi e i fratelli Salvo abbiamo deciso che per dare ulteriore peso al grande lavoro che questi ragazzi stanno facendo nella loro Pizzeria, e’ necessario investire sui ragazzi che lavorano nella Sala di questo posto gia’ mitico per la Ristorazione italiana. Francesco e Salvatore negli anni hanno investito con coraggio e passione nella materia prima da utilizzare per la pizza e i fritti; hanno formato i migliori pizzaioli e hanno creduto fortemente in loro; sono impegnati nella costruzione di una Carta dei vini di livello. E oggi, hanno capito che per dare futuro a questa meravigliosa storia tutta italiana è necessario investire sulla Sala.

Del resto lo stesso Beppe Palmieri ha lanciato il grido di dolore sulla emergenza che c’è nel servizio in Italia, dai bar ai grandi ristoranti dove  è sempre più difficile trovare personale qualificato. Se ne è parlato anche alle Strade della Mozzarella

Giuseppe Palmieri
Giuseppe Palmieri

Non è la prima volta che i due fratelloni hanno rapporti con i tristellati italiani. E’ stata storica la serata dai Cerea che ha fatto il tutto esaurito circa un anno fa.

Ma stavolta non è una pizziata, ma qualcosa di molto più profondo. L’importante è dare, a chi serve in sala, l’orgoglio del proprio lavoro che è fondamentale per la riuscita di qualsiasi locale. Del resto il 90% delle segnalazioni negative su Tripadvisor riguardano proprio il servizio, il resto i prezzi altri,quasi nessuno entra nel merito dei piatti.
Un dettaglio di cui qualsiasi persona intelligente non può non tenere conto.
 

4 commenti

  • giuseppe

    (18 aprile 2015 - 21:31)

    Una grande mossa speriamo che molti ristoranti e pizzerie seguono e copiano i fratelli Salvo.

  • elena mastrosimone

    (19 aprile 2015 - 10:24)

    Finalmente c’è qualcuno,bravi i fratelli Salvo,che si è reso conto che la vera debolezza delle pizzerie napoletane è il sewrvizio di sala.Purtroppo il più delle volte l’avventore ha a che fare con personale impreparato,scortese e poco incline all’uso dell’italiano.Certo,cè da considerare che è probabile che si tratti di personale che costa poco ed in molti casi pagati in nero,ma se si vuole veramente migliorare,queste pecche andrebbero eliminate.

  • Vittorio

    (19 aprile 2015 - 11:25)

    Simpatico vedere il sig. Palmentieri con una cravatta blu senza fermacravatta e non indossare la cintura…
    ma la pochette cosa c’entra con tutte queste mancanze?!?!?!

  • Domenico

    (19 aprile 2015 - 21:13)

    Sono un cliente abituale di Salvo. Pizze buonissime, ingredienti di qualità. La nota dolente sono davvero i camerieri. Efficienti ma molto spesso sgarbati. Speriamo che con questa iniziativa possano migliorare.

I commenti sono chiusi.