Sessantanni Old Vines 2001 Primitivo di Manduria DOC

Letture: 137

FEUDI DI SAN MARZANO

Uva: primitivo
Fascia di prezzo: tra i 10 e i 15 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

La Feudi di San Marzano, azienda pugliese di recente costituzione, nata dall’avventurosa coppia Mario Ercolino (ex Feudi di San Gregorio) e Valentino Sciotti (Farnese Vini), ha partorito una speciale selezione a base primitivo di Manduria frutto dell’annata 2001. Si tratta di vigne molto vecchie in media sui sessanta anni di età (anche se da queste parti, è bene dirlo, non rappresenta assolutamente una rarità). Il vino che nasce è specchio abbastanza fedele delle caratteristiche varietali del vitigno. Al naso si percepiscono intensi aromi di piccoli frutti a bacca rossa, di confettura di ciliegie e amarene. Si avverte, inizialmente, una nota tostata, catramosa, che è caratteristica del primitivo a prescindere dall’uso o meno del legno. Si percepiscono, invece, successivamente, quelle sì derivate dal rovere, note di caffè, cacao e vaniglia. Si intravedono, infine, le sfumature vegetali, di fogliame, anche queste piuttosto tipiche del vitigno e completamente diverse da quelle di un cabernet-merlot, sentori che ricordano la vegetazione del sottobosco dopo una pioggia improvvisa. Al palato è succoso, leggermente tannico, fruttatamente “dolce” e nonostante i 14.5° gradi alcolici mostra una discreta freschezza. Insomma un primitivo sospeso a metà strada tra classicismo e modernità. Gli manca, ancora, l’eleganza e la raffinatezza di altri campioni della categoria. Aspettiamo, dunque, per vedere i futuri sviluppi.

Questa scheda è di Fabio Cimmino

Sede a San Marzano di San Giuseppe. Via Regina Margherita, 149. Tel.  099.9571283, fax 099.9571283. www-feudi-sanmarzano.it info@feudi-sanmarzano.it. Enologi: Nicola Tucci e Mario Ercolino. Ettari: 500 in affitto. Bottiglie prodotte: 1.000.000. Vitigni: negroamaro, primitivo, malvasia nera, sangiovese,  trebbiano, malvasia bianca, verdesca.