Slow Food Ciampino, cuochi qb e la cucina romana tradizionale

Letture: 119

La chef Alessandra Ruggieri

di Paolo Mazzola

Evento particolare per qualità e successo di pubblico  quello organizzato da Slow Food Ciampino presso la cooperativa sociale Capodarco a Grottaferrata che ha visto protagonisti i cuochi “qb” nel proporre  un menu con piatti che rivisitano la cucina romana tradizionale.

I cuochi qb, dove “qb” sta per quanto basta, nascono dall’unione di alcuni partecipanti  al programma televisivo su piattaforma Sky del 2010“Cucina di Classe” di Gambero Rosso Channel, che prevedeva una competizione fra  chef non professionisti.

Al termine del programma un gruppo di  8 aspiranti chef  ha iniziato a proporsi come brigata di cucina, organizzando eventi  culinari in giro per l’Italia.

Rossella Colasanto di Torino, Francesco Ranzani di Firenze, Riccardo Guardabasso di Siena, di Richard Frosini, Jessica Frosini e Alessandra Ruggieri di Roma, Mariella di Meglio di Napoli e Luigi Stomeo di Lecce.

La prima occasione è stata un evento per il circolo ARCI di Murlo, di rivisitazione della cucina toscana e, successivamente, sempre a Murlo un altro evento celebrativo dell’Unità d’Italia. Ad ottobre 2011 cucina piemontese al Sermig di Torino.

Quest’evento è stato svolto  con Slow Food Ciampino , che organizza ogni terza domenica del mese  un “Mercato della Terra”, con l’obiettivo di salvaguardare e valorizzare piccoli produttori locali  e creare uno spazio dove fare la spesa, incontrarsi, discutere e mangiare. L’evento si è svolto presso la  Cooperativa Capodarco di Grottaferrata, impegnata attraverso l’agricoltura sociale alla promozione di un’economia sociale, sostenibile e solidale. La cooperativa nasce per persone portatrici di handicap fisici , che si impegnano in attività agricole, in uno spazio di vita e di lavoro e non in una cornice di esclusivo assistenzialismo e si evolve successivamente in agricoltura sociale

Ma veniamo all’evento : “Ai Fornelli sui Castelli”

I cuochi qb hanno preparato l’evento nelle cucine della Cooperativa Capodarco il 24 ed il 25 Novembre . Ogni piatto presentato  ha un capopartita che ha creato la ricetta ed è responsabile del piatto:

menu

Amuse bouche Vellutata di zucca

Crema di zucca con spuma al formaggio, semi di zucca e nocciola con spolverata di cacao

vellutata di zucca

Gnocco e Accras de morue

Dalle Antille Francesi, il nome si ricollega alla tradizione romana delle frittelle di baccalà presentate in semolino un po’ liquido con ingredienti dello gnocco, non gratinato, con menta e basilico.

Gnocco e Accras de Morue

Crespelle cacio e pepe su crema di pere ‘mbriaca de grappa

In ricordo dei tonnarelli cacio e pepe, crepes con farcia di ricotta, pecorino e pepe in salsa alle pere ed erba cipollina

crespelle cacio e pepe

Abbacchio in crosta’to

Classico della tradizione romana, la panure con pane sciapo, pecorino romano, limone, rosmarino e mentuccia,  successivamente al forno in modo da essere molto croccante. Spolverate sopra, per un po’ di dolcezza, pere Abate secche. Il piatto è servita con salsa citronetta, limone ed erba cipollina.

abbacchio in crosta

Veduta del contadino

Flan di carciofi , anch’essi un classico, con crema al cavolfiore

veduta del contadino

Ricotta che dolcezza


Torta di ricotta e visciole, a ricordo della crostata ricotta e visciole del forno del ghetto.

tortino ricotta e visciole
chef a fine serata

Penso ne sentiremo parlare ancora dei cuochi “qb”

4 commenti

  • Roberto

    (12 dicembre 2011 - 19:00)

    Piacevolissima sorpresa nel vedere questo bel gruppetto, veramente bene in arnese, mettere su una cenetta così interessante: una vera e propria ben riuscita destrutturazione di alcuni piatti della cucina romana tradizionale: in particolare, a mio parere, fantastici il Baccalà e lo gnocco e accras de morue e quel secondo con l’abbacchietto in-crostato, con interessanti essenze agrumate ed erbacee, di cui credo di avere lasciato nel piatto una buona dozzina di ossa (per tutto quello che potuto, sono andato gentilmente raffazzonando i resti dei miei poveri vicini…).
    Bravo Paolo per la segnalazione (e la supervisione…)!

  • Alessandra Ruggeri

    (12 dicembre 2011 - 19:06)

    Grazie Roberto a nome dei Cuochi QB per i complimenti sui piatti.. giornate faticose ma serata ben riuscita.

    Grazie Paolo per articolo…..

    Alessandra Ruggeri

  • Paolo

    (12 dicembre 2011 - 20:36)

    Ci sono alcune cuoche bravissime ma dal carattere difficilissimo……..

  • Daniela @Senza_Panna

    (12 dicembre 2011 - 21:59)

    Mariella di Meglio è il mio mito in carne ed ossa!!! :-)

I commenti sono chiusi.