Somma Vesuviana, Caputo. La noce di Sorrento

Letture: 111

di Diletta De Sio
L’azienda Vincenzo Caputo s.r.l. di Somma Vesuviana dal 1930 confeziona e commercializza frutta secca in Italia e all’estero, con i marchi “La Donnina” e “La Cavallina”, ora è impegnata a promuovere un prodotto tipico, le “Noci di Sorrento” coltivate con il metodo dell’agricoltura a lotta integrata. Membro del comitato promotore scelto dalla regione Campania per la stesura di un disciplinare che mira al riconoscimento del prodotto come Igp, l’azienda propone, oltre alla frutta secca disidratata anche gustosi snack. Fornitrice di Coop,Esselunga,Despar,Dicoop esporta in Germania,Austria,Inghilterra,Slovenia,Olanda,Stati Uniti,Giappone. Presto i suoi prodotti riceveranno la certificazione Kosher nel rispetto delle norme alimentari ebraiche.
Da anni cura la lavorazione e la commercializzazione delle migliori varietà di noci, nocciole e mandorle da agricoltura biologica per i palati di tutto il mondo. La Vincenzo Caputo Srl non si distingue nel panorama internazionale solo per essere l’unica azienda in Europa che si avvale di impianti in grado di realizzare il confezionamento di prodotto misto a peso determinato. Ma è anche la prima impresa italiana per quantità commercializzata di Noci di Sorrento. Un progetto di promozione avviato in collaborazione con la Regione Campania vede l’azienda membro del comitato promotore per la stesura di un disciplinare di produzione dell’ IGP (indicazione geografica protetta).

Le esportazioni all’estro rappresentano il 10% del fatturato: Germania, Austria, Inghilterra, Slovenia, Olanda, Stati Uniti, Giappone sono i paesi di destinazione. Fornitori per la grande distribuzione di Coop, Esselunga, Despar, Dicoop, lo sviluppo della Vincenzo Caputo s.r.l. nasce dal confronto con il mercato ortofrutticolo mondiale. Il presidente del gruppo Angelo Caputo è infatti membro della International Tree Nut Council (Inc), prestigiosa associazione internazionale di categoria. Da oltre 40 anni è sempre alta l’attenzione per la qualità tanto da motivare la scelta di numerose certificazioni tra le quali Uni En Iso 9001:2000, gli standard internazionali Brc (British Retail Consortium) e Ifs (International Food Standard), fino alla Sa8000 che indica il rispetto da parte dell’ impresa dei principi di responsabilità sociale e di tutela dei diritti umani: nel mondo ci sono circa 564 aziende che godono di questa cerificazione, in Italia invece sono appena160, nel settore agroalimentare è l’unica. Presto conseguirà anche la certificazione Kosher (relativa alla preparazione degli alimenti nel rispetto delle norme alimentari ebraiche) come requisito per garantire i prodotti e i servizi offerti.

Personale interno qualificato per la gestione del sistema qualità e per la cura dei rapporti con il mercato nazionale ed internazionale opera nel settore assicurando all’utente una panoramica globale in tempo reale. In linea con l’accresciuta sensibilità del consumatore verso quei prodotti con caratteristiche peculiari dell’ambiente geografico di provenienza, la Vincenzo Caputo s.r.l. è impegnata a promuovere un prodotto tipico, le “Noci di Sorrento”. Lo stabilimento si estende su 12mila metri quadri di superficie con una produzione giornaliera di 1500 quintali ed una capacità di stoccaggio refrigerato pari a 15mila quintali. Ma sotto il controllo del gruppo rientrano anche un centro di produzione a Montella per la lavorazione delle castagne di Montella Igp e uno nel Cilento per la lavorazione dei Fichi del Cilento Dop. L’Azienda propone, oltre alla frutta secca disidratata e gustosi snack, anche “noci di Sorrento” coltivate con il metodo dell’agricoltura a lotta integrata e controllate dall’agronomo aziendale che offre assistenza tecnica personalizzata ai produttori. Da qualche anno cura con impegno la lavorazione e la commercializzazione delle migliori varietà di noci, nocciole e mandorle da agricoltura biologica, dispone degli impianti e delle tecnologie più moderne ed è l’unica in Europa che si avvale di impianti in grado di realizzare il confezionamento di prodotto misto a peso determinato. L’impresa serve anche il sistema nazionale ed internazionale di catering, ristorazione e catene alberghiere.

Ragione sociale: Vincenzo Caputo srl
Settore: Lavorazione di frutta secca ma sopratutto nocciole e noci. Per le noci quelle di Sorrento è la prima azienda italiana per quantità commercializzata.
Sede: Somma Vesuviana
Anno di costituzione: 1990, figlia della ditta Caputo fondata nel 1930
numero dipendenti fissi:18
numero dipendenti stagionali: 40
In Italia: fornitori di Coop, Esselunga, Despar, Dicoop
Estero: Germania, Austria, Inghilterra, Slovenia, Olanda, Stati Uniti, Giappone.
Marchi: “La Cavallina” e “La Donnina”.
Due stabilimenti : uno a Montella per la lavorazione delle castagne di Montella Igp e uno nel Cilento per la lavorazione dei Fichi del Cilento Dop
Principali ruoli aziendali:
Amministratore unico/commerciale(Italia): Angelo Caputo
Export manager: Stefania Russo
Responsabile Qualita': Mirella De Vivo
Responsabile 626: Umberto Stanzione
Amministrazione: Nicola Montemarano-Luisa Del Monaco
Contabilita’/Coordinatrice Colleggio Sindacale: Lucia Prugno