Somma Vesuviana, trattoria Zoppicone. Ma qui c’è lo stocco

Letture: 591
Zoppicone. L'ingresso

Via Pomintella,2
Tel. 081.5304618
Aperto sempre, Chiuso lunedì
Entro i 25 euro

di Tommaso Esposito

Ultima sera d’estate.
Un gran caldo.
Il rancio, siam di rigore,  reclama del pesce.
Tonino il pescivendolo ha preso le ferie tardive.
Andiamo a soglioletta?
No, meglio il  baccalà. Oppure lo stocco.
Proviamo quello che Modesto ci ha suggerito.


Ah, questi amici sempre lesti a darti la dritta.
Porgono giusto là dove mira il core.
Dalle parti di Madonna dell’Arco.
Un po’ verso Somma.
No, qua è Somma Somma. Siamo al confine.
Zoppicone è anche la contrada.
Nuda trattoria senza tempo.
Mai più ritoccata da oltre vent’anni.
Tra il venerdì e la domenica fanno la pizza.
Oggi è martedì.
Cosa offrite stasera?
Stocco. In bianco e in cassuola.
Soltanto?
D’estate è meglio così. Il buon baccalà non si trova.
Avverte il cameriere solerte.
Non entro nel merito.
E stocco sia!

 

Zoppicone. L' Aglianico di casa

Un rosso vinello. Spillato dalla botte contadina. Aglianico di pianura.
Beverello.
Pane del forno vicino. Sempre fresco.

Zoppicone. Il pane del forno vicino

Benvenuto di alici e melanzane indorate e fritte. Al momento.

Zoppicone. Alici indorate e fritte

Freschissime. Un po’ di pepe. Saporite.
E zucchine grigliate. Leste e lesto. Un pizzico d’aceto di vino. Quasi alla scapece. Gustose.

Zoppicone. Zucchine grigliate

Ecco lo stocco in bianco.

Zoppicone. Coroniello di stocco in bianco

Non le tonde di Spagna, ma le nere caietane e il filetto di pomodoro. Nonché il prezzemolo.
Eretico l’aceto balsamico per guarnizione.
Buona cottura.
Curuniello callosetto come gradisco.
Chi c’è in cucina? Le giovani cuoche.
Oh, nordiste modenesi!

Zoppicone. Coroniello di stocco in cassuola

In cassuola. Con olive e pomodorini.
Appena piccante di peperoncino.
Arruscatiello. Sapido e buono.
Intingolo di pane.
Oblige.
Pastiera per dolce.

Zoppicone. La pastiera

Non è Pasqua.
Ma è gradita lo stesso.

6 commenti

  • Romualdo Scotto di Carlo

    (12 ottobre 2011 - 17:13)

    Che ritmo: complimenti Tommaso!!

  • Fabrizio Scarpato

    (12 ottobre 2011 - 17:19)

    Ma l’aceto balsamico (temo non tradizionale) voleva esser testimonianza nostalgica delle giovani cuoche? Un ghirigoro d’appartenenza? Comunque per un intingolo di pane casereccio in piatto “arruscatiello” farei qualsiasi cosa ;-)

  • Acino Ebbro

    (12 ottobre 2011 - 21:07)

    Manco da Zoppicone da almeno 5 anni. Mia nonna mi parlava sempre di una certa trattoria da Zoppicone dove andava da ragazzina con la famiglia. Caro Tommaso è possibile sia questa considerando che parliamo degli anni 20?

  • tommaso esposito

    (13 ottobre 2011 - 10:38)

    Penso proprio di sì.

  • mario

    (17 ottobre 2011 - 20:07)

    caro tommaso, ci siamo l’latro ieri, dispiace che non hai assaggiato il baccalà fritto, croccante, asciutto, e dentro bianco come la neve, il tutto su un delicatissimo letto di friarielli. Eccezionale.
    Ciao.
    MArio

  • Michele

    (4 dicembre 2011 - 11:52)

    Solo una precisazione : Madonna dell’arco non esiste è un santuario situato in sant’anastasia.
    Saluti

I commenti sono chiusi.