Sorrento. Re Food? Sta qui, non lo cercate altrove

Letture: 184
Re Food l’ingresso nuovo

Via dell’Accademia 10
www.refoods.it
Tel. 081.8781480
Da 30 a 50 euro

di Tommaso Esposito

Ecco, vi trovate a Sorrento e volete mangiar bene, ma proprio bene, spendendo giusto?
Prendete appunti, questo è il posto che fa per voi.
Pieno centro. Ora ci si arriva dal Corso Italia, terzo vicoletto a destra per chi viene da piazza Tasso.
Re Food abita qui.
Il monarca si chiama Giuseppe Savarese, mestiere di famiglia.

Re Food Giuseppe Savarese al centro e Giosue Maresca destra

In cucina ci sta Giosuè Maresca, sapienza di mammà e bella mano, che quando sta in ferie a novembre se ne va sul Lago d’Orta a Villa Crespi ad allenarsi con Antonino Cannavacciuolo.
Ho detto tutto.
Locali or ora ristrutturati, colorati, con un angolo pizzeria appena avviato.

Re Food l’aguglia le nuove sale
Re Food le sale rinnovate
Re Food le sale rinnovate
Re Food le sale rinnovate

Poi c’è la cantina con la scala in cristallo, crocieracostastyle, in allestimento. Però quel che già ci sta promette bene.

Re Fod la cantina

Servizio cordiale e affabile. Multilingue per il via vai di turisti.
Ma tra i fornelli si parla soltanto napoletano con accento sorrentino.
Veniamo al dunque.

Re Food il pane
Re Food l’aguglia l’olio di Priora

Buon pane e ottimo olio di olive coltivate su a Priora, dove i Savarese hanno orto, giardino e uliveto.
Per la filiera corta.

Re Food il benvenuto
Re Food il benvenuto con la falanghina spumante

Poi un benvenuto: ricotta vaccina con zeste di limone di Sorrento e salame napoletano. Tanto per avviare le papille. Si brinda con una fresca Falanghina spumante.

Re Food baccala polpo e prosciutto di tonno. Il baccala
Re Food baccala polpo e prosciutto di tonno. Il polpo
Re Food baccala polpo e prosciutto di tonno. Il polpo
Re Food baccala polpo e prosciutto di tonno. Il prosciutto di tonno

C’è baccalà in carpaccio, polpo verace grigliato e prosciutto di tonno rosso. Tutto buono con il polpo rampante, vien voglia di dire ranfante, bello croccante sodo eppure umoroso e pimpante.
Arriva una bella zupparella.

Re Food totani la zupparella

Coperta per la suspance.

Re Food totani e patate
Re Food totani e patate

Et voilà: totani e patate.
Vi aspettereste il solito pastocchio. Eh no amici miei.
I totani sono saltati in padella con erbette aromatiche. E le patate fritte a mestiere. Messe insieme un gusto deciso, di mare e di terra ovèro, come da tempo non trovavo.
E che dire di questa negletta e deprecata dagli stolti aùglia?
Un gran bene.

Re Food l’aguglia il pesce del giorno
Re Food l’aguglia fritta con ricotta al limone pomodori confit e salicornia

L’aguglia fritta, con pomodoro confit, asparago di mare o salicornia e quella stessa ricottina odorosa di Sorrento già assaggiata per cominciare, mi fa sobbalzare. Il profumo degli scogli e della riva si sprigiona e ti bea!

Re Food la ricciola con pomodorini gialli del Vesuvio

La ricciola distesa tra i pomodorini gialli vernini raccolti sul Vesuvio non è da meno.
Sbaam, ti dà uno scappellotto e ti ricorda che di ricciola si tratta.
E non di pollo come solitamente accade in qualche tavola altrui.
Non c’è tempo per i primi.
E non ci resta che il bello del finale.

Re Food l’aguglia il limone sorbetto di Priora

Limone di Priora con il suo sorbetto.
E un po’ di limoncello.

Re Food il limoncello di Priora

Quello a cui non si bisogna mai dire no.
E che sò scemo?

3 commenti

  • Rosa Di Prisco

    (9 giugno 2014 - 10:42)

    Complimenti, Sorrento si fs onore anche in campo enogastronomico. (anche io psrlo napoletano con accento sorrentino)

  • Gianfranco Boni

    (10 giugno 2014 - 19:34)

    complimenti ed auguri per la nuova location,appena possibile verrò a trovarvi

  • Stefano B.

    (11 giugno 2014 - 14:44)

    Da premettere che sono un seguace del grande Luciano Pignataro, di cui ho acquistato un bellissimo volume di ricette di alcuni dei migliori ristoranti italiani, spiegate con grande maestria e semplicità anche ai più profani; condivido pienamente il suo giudizio su questo ristorante che per la mia famiglia è diventato un punto di riferimento per qualità, professionalità e simpatia. Il proprietario è veramente uno che conosce il mestiere ( ma in questo caso è meglio dire: L’Arte) e lo Chef è veramente al top…ultimamente mi ha fatto ( come si dice a Napoli) “arricreare” con un tonno rosso cotto a vapore su pietra di sale del Himalaya!!!..servito con a latere aceto balsamico da centellinare a proprio piacimento!!!…una cosa meravigliosa.
    Saluti a tutti.
    Stefano B.

I commenti sono chiusi.