Spaghetti alla marinara con olive nere e capperi, Spavette a’ marenara

Letture: 2662
Spaghetti alla marinara

di Tommaso Esposito

Non c’è dubbio alcuno, questi spaghetti si chiamano così, alla marinara, come la pizza si chiama così.
E che marenara abbia a che fare con il mare anche su questo non c’è dubbio.
Sta scritto nei vocabolari vernacolari.
Mi viene un sospetto, però
E qui invoco i linguisti:
fai che marenara stia per a’ la majorana in una sorta di trasformazione del lemma?

Eufonia?
Majorana è l’origanum majorana.
Quello che sta qui e anche sulla pizza.
Intanto gustiamo.
Questa, però, è la versione di casa mia da sempre con l’aggiunta di olive nere e capperi

Spaghetti alla marinara

Di

Ingredienti per 4 persone

  • Pomodoro San Marzano fresco o pelato 500 gr
  • Olive nere di Gaeta 50 gr
  • Capperi dissalati 50 gr
  • Olio evo 80 gr
  • Aglio 1 spicchio
  • Origano, sale q.b.
  • Spaghetti 350 gr

Preparazione

Lasciar andare l’aglio nell’olio
Levarlo biondo.
Aggiungere i pomodori, le olive, i capperi e lasciar cuocere un quarto d’ora.
Assaggiare per il sale.
Calare la pasta e levarla al dente.
Unire gli spaghetti alla salsa e aggiungere abbondante origano.
Saltare.
Nel piatto.

Vini abbinati: Piedirosso dei Campi Flegrei o del Vesuvio

Un commento

  • Sanfedista

    (6 gennaio 2016 - 13:32)

    E’ mai possibile che si commettano errori così gravi nello scrivere in lingua napoletana?

    L’articolo “la” in napoletano perde la “l” iniziale che, perciò DEVE esser sostituita con l’aferesi; l’apostrofo, pertanto, NON CI AZZECCA!

    P. S.

    1) “Spavette” in che lingua è?

    2) Che differenza c’è con la puttanesca?

I commenti sono chiusi.