Stratificazione della pastiera di Lino Scarallo

Letture: 338

Il 3 aprile 2010 su questo blog organizzamo un Pastiera Day  che ebbe molto successo. Lino Scarallo di Palazzo Petrucci ci propose questa versione moderna che regaliamo oggi.Stratificazione di pastiera

Ingredienti: per 4/8 persone
– 3 uova
– 250 gr di ricotta
– 200 gr di zucchero
– 250 gr di grano già bagnato
– ½ lt di latte
– Pasta frolla
– Acqua millefiori ed acqua fior d'arancio
– Scorzette di arance e bacca di vaniglia
– 40 gr di canditi misti
Preparare, in un recipiente, uno zabaione con tre uova e 100 gr di zucchero, una volta pronto portarlo a 72° a bagnomaria, per abbattere la carica batterica. Farlo raffreddare ed aggiungere la ricotta passata al setaccio, profumare poi con acqua millefiori e fior d'arancio.
In un pentolino versare il latte, il grano e lo zucchero, scorzette d'arancia e la bacca di vaniglia incisa, lasciar cuocere per 30 minuti circa e poi far raffreddare bene.
Con la pasta frolla già pronta preparare delle bacchette delle dimensioni 5 cm x 0.5 cm, e porli su una teglia foderata di carta forno insieme agli scarti di pasta frolla e cuocere in forno a 180° per circa 7 minuti.

Servire in una coppa martini, ponendo a strati gli scarti di pasta frolla sbriciolata, poi un cucchiaio di grano, la crema di zabaione e ricotta, e decorare con 4 bacchette di pasta frolla incrociate e pezzettini di canditi.
Ho abbinato Zingarella di Masseria Parisi.

Ricetta di Lino Scarallo di Palazzo Petrucci raccolta da Marina Alaimo

2 commenti

  • giancarlo maffi

    (3 aprile 2010 - 15:59)

    anche questa non scherza. e’ iniettabile?

  • gaspare pellecchia

    (4 aprile 2010 - 01:44)

    ha un senso, mi attira..
    e forse avrei abbrustolito alla fiamma un po’ i canditi, ma giusto un po’ per renderli caldi e croccanti

I commenti sono chiusi.