Supplì di bucatini all’amatriciana con cuore di bufala | Contest Le Strade della Mozzarella

Letture: 216
Supplì di bucatini all’amatriciana con cuore di bufala

Ricette Pasta Mozzarella e Pummarola

Con questa ricetta Ilaria Mazzarotta partecipa al Contest Le Strade della Mozzarella “Pasta Mozzarella e Pummarola”, tema #unviaggioessenziale, organizzato in collaborazione con il Consorzio della Mozzarella di bufala campana dop, il Pastificio dei Campi, Agrigenus, L’Orto di Lucullo, I sapori di Corbara, Pentole Agnelli, Molteni.

Il Post completo su Comfort Foodie.

Supplì di bucatini all’amatriciana con cuore di bufala

Supplì di bucatini all'amatriciana con cuore di bufala

Di

Ingredienti per 4 persone

  • 200 g di pasta tipo Bucatini di Gragnano del Pastificio dei Campi
  • 150 g di Mozzarella di Bufala Campana DOP
  • 200 g di guanciale amatriciano
  • 500 g di Corbarino I Sapori di Corbara
  • Olio extravergine d’oliva, sale, pepe
  • 2 uova
  • 100 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 10 0g di Pecorino Romano grattugiato
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • Farina q.b.
  • Pan grattato q.b.
  • Olio di semi di girasole per friggere

Preparazione

Per il sugo all’amatriciana: in una casseruola dal fondo spesso far rosolare il guanciale in un cucchiaio di olio e lasciare che colori. Una volta che dorata, sfumare con il vino bianco.

Raccogliere il guanciale con una schiumarola e tenere da parte. Unire ora i pomodori corbarini schiacciandoli con una forchetta per far esplodere il succo. Aggiustare di sale e lasciar cuocere per circa 20 minuti a fuoco lento (dovrà solo sobbollire).

Nel frattempo far cuocere i bucatini in acqua bollente salata per 10 minuti. Scolare la pasta, condirla immediatamente con il sugo, unire il guanciale tenuto da parte e i formaggi grattugiati. Mescolare bene e lasciare intiepidire.

Preparare la linea per i vostri supplì e scaldare in una padella ampia e profonda, dal fondo spesso, l’olio per la frittura. Fare a tocchetti la mozzarella e tenerla da parte. Preparare un piatto con la farina, uno con il pangrattato e uno con le due uova sbattutte con un pizzico abbondante di sale.

Inumidire le mani e prelevare una parte dei bucatini, formando un piccolo nido nella mano. Inserire un pezzetto di mozzarella (che sarà il cuore del supplì) e con un altro paio di fili di bucatini chiudere il supplì stringendolo tra le mani.

Passarlo prima nella farina, delicatamente, poi nell’uovo e infine nel pangrattato. È un’operazione delicata, da fare con calma in modo da non rompere il supplì e dargli la tipica forma oblunga. Verificare la temperatura dell’olio buttandovi dentro un pezzetto di pane: se friggerà subito, l’olio è pronto.

A questo punto tuffare i supplì, un paio alla volta, e lasciarli friggere circa tre minuti. Prelevare con una schiumarola e fare riposare e asciugare su un foglio di carta assorbente. Servire tiepidi.