Syduri 2003, il dolce Primitivo di Manduria doc di Alessia Perrucci

Letture: 110

Alessia Perrucci

Ogni uva, proprio come le persone, ha una sua vocazione. Lo sapevano bene gli antichi, forse un po’ meno i moderni che spesso puntano a fare lo stesso modello di vino con tutte le uve possibili e immaginabili.


Pur rispettando questo stile, come si dice tra gli adetti ai lavori, amaroneggiante, noi preferiamo quelli un po’ più chiari e definiti. In un rosso secco preferiamo eleganza, acidità, materia esile. Una impostazione che non muta se passiamo al rosso dolce, a nostro giudizio vino ancestrale perché si accompagna bene a piatti ormai quasi del tutto scomparsi.
Bene, tutto questo per dire che se c’è un’uva sicuramente vocata a questa prospettiva, oltre l’Aleatico, è proprio il primitivo capaci di regalare bicchieri succosi e con buona acidità. Noi vi suggeriamo Syduri di Alessia Perrucci. Lei è presidente delle Donne del Vino in Puglia, e ha scelto per questo vino il nome della donna della vigna incontrata da Gilgameh nel giardino degli dei. E la vigna da cui nasce questo primitivo dolce (in commercio c’è il 2006 ma noi vi suggeriamo, se lo trovate, il 2003) ha 40 anni ed è ad alberello, piantata sul tipico terreno rosso argilloso del Salento ricco di ferro.
Alessia ha puntato decisa sul Primitivo, ne presenta una versione secca base e il Medi, affinato in legno. Non potrebbe essere diversamente, siano tra Manduria e Taranto. Qui Alessia ascolta lo spirito della terra applicando coltura biologica in piena armonia con la vocazione agricola di una tenuta di quindici ettari al centro della quale c’è la cantina con il resort. Un piccolo regno femminile, tappa obbligata per gli appassionati alle porte del Salento.
Il Syduri ha un attacco dolce e fresco, buona acidità, tannini piegati alla piacevolezza, un buona prospettiva di vita davanti nonostante siano già passati sette anni. Da accompagnare alla pasticceria secca napoletana delle feste e ai torroni, quando si indugia nelle chiacchiere natalizie in famiglia.

Maruggio (Ta)
Contrada le Fabriche
SP Maruggio-Torricella
Tel. 099.9738284
www.lefabriche.it
Prezzo: sui 20 euro
Fa il vino Fabrizio Perrucci
Uva: primitivo

6 commenti

  • giulia

    (21 dicembre 2010 - 08:41)

    dinamica e simpatica Donna del vino !!!

    • alessia

      (21 dicembre 2010 - 21:40)

      troppo buona Giulia !!
      alessia

  • beniamino d'agostino

    (21 dicembre 2010 - 14:53)

    brava Alessia!

    • alessia

      (21 dicembre 2010 - 21:41)

      me lo dirai di persona alle fabriche?

      • Beniamino D'Agostino

        (21 dicembre 2010 - 22:46)

        se mi inviti vengo a trovarti ma poi scatta l’obbligo al contrario non sei ancora venuta a vedere la nostra nuova osteria.

  • Mario Chiosi

    (5 gennaio 2011 - 17:04)

    Ieri ho assaporato un nettare vellutato, aromatco, armonioso come una canzone tratta dà una poesia del passato era il primitivo di Manduria di nome SYDURI 2003 che soltato la regina del vino sa creare

    cordiali saluti
    Mario Chiosi

I commenti sono chiusi.