Taurasi 2005 docg Michele Perillo |Voto 88/100

Letture: 145
Taurasi 2005 Perillo

Uva: aglianico
Fascia di prezzo: da 10 a 15 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

Vista 5/5. Naso 25/30- Palato 27/30. Non Omologazione 31/35

So che è un po’ difficile crederci. Ma accade questo. Voglio portare un po’ di Taurasi per i cari amici di Garantito Igp: li ho invitati a pranzo proprio a Taurasi, all’osteria da Pino a latere della bella, riuscita e ben organizzata manifestazione sulla vendemmia 2008.  Scelgo uno Struzziero 2001 e un Bosco Faiano 1999, mi capita il Taurasi 2005 di Perillo tra le mani e penso, preso dal solito attacco di tirchieria sulle bottiglie: troppo giovane, meglio metterlo a posto.

Allora dopo tre giorni torno a casa presto e voglio stare un po’ da solo con il vino come tanto mi piace fare nei rari pomeriggi della domenica in cui non lavoro: mi rispunta la 2005, vedo che ne ho un’altra in città e allora dico. Massì.
Piacere.
Michele Perillo è nelle mie corde, un po’ come Struzziero anche se le bottiglie sono opposte. Mi piace perché è un vigneron autentico, è sempre in quei cinque ettari dove ogni giorno dell’anno ha qualcosa da fare. Ma i suoi vini sono esattamente il contrario del suo carattere: hanno sempre un po’ di frutta in eccesso, sono figli delle nuove estati calde che non risparmiano neanche l’amata Irpinia.
Bisogna aspettarli a lungo.
Questo 2005 mi piace perché la materia, anche in questo caso abbondante, è sostenuta da una fragrante freschezza.
Sembra di mordere una bella prugna dolce e acida allo stesso tempo.
Torno sulla guida Slow Wine e cosa vedo: che allo splendido Taurasi 2005 è stato dato il riconoscimento Vino Slow.
Ultima in commercio: Michele Perillo non va di fretta!
Beh, mi corico soddisfatto in attesa di una settimana stressante: devo dire che abbiamo lavorato proprio bene con Slow Wine:-)

Sede in Castelfranci, contrada Valle 19. Tel e fax 0827.72252. Ettari: 5 di proprietà.Bottiglie prodotte: 17.000. Enologo: CarmineValentino. Uva: coda di volpe ed aglianico.

3 commenti

  • vincenzo busiello

    (25 gennaio 2012 - 17:46)

    Non so da dove viene fuori quel prezzo, ma sicuramente il taurasi di Perillo costa molto di più, anche in azienda.

    • luciano pignataro

      (25 gennaio 2012 - 17:53)

      Hai ragione, in enoteca è sui 30 euro. Credo sia sui 20/22 in partenza

      • Oreste

        (12 febbraio 2012 - 09:52)

        18 € in cantina max!! Non distruggiamo le piccole aziende! Sono una garanzia di autenticità ! Anche un euro in piu’ non e’ niente ! Vanno aiutati senno’ se li mangiano le grandi!

I commenti sono chiusi.