Terra dei Fuochi: ecco 51 i siti proibiti all’agricoltura. Si tratta dello 0,01% del territorio campano

Letture: 282

Conferenza stampa del consiglio dei ministri e decisione a sopresa: ecco i 51 siti su cui è proibito coltivare ortaggi e frutta. Si tratta del 2% della superfice agricola regionale e dello 0,01% dell’estensione del territorio campano. L’area interessata è a Nord di Napoli, a cavallo tra le province di Napoli e Caserta.

ID Sito

Classe
di rischio

Comune

Coordinate

Area Totale

(mq)



1 5 ACERRA 2465187,586 4538864,128 5.054,73
2 5 ACERRA 2469962,377 4538198,321 19.668,86
3 5 CAIVANO 2463688,775 4538842,736 27.080,20
4 5 GIUGLIANO IN CAMPANIA 2446031,769 4533005,807 81.700,27
5 5 GIUGLIANO IN CAMPANIA 2444398,055 4533189,298 54.922,45
6 5 SUCCIVO 2457903,146 4540078,137 12.774,82
7 5 VILLA LITERNO 2437785,097 4535083,757 13.476,54

ID Sito

Classe di rischio

Comune

Coordinate

Area Totale

(mq)



8 4 NOLA 2478624,623 4523426,509 10.000,00
9 4 CASTEL VOLTURNO 2434745,91 4540152,037 10.000,00
10 4 CASTEL VOLTURNO 2435679,914 4537588,923 10.000,00
11 4 CASTEL VOLTURNO 2436679,943 4534389,908 10.000,00
12 4 VILLA LITERNO 2435879,892 4539188,992 10.000,00
13 4 VILLA LITERNO 2436479,895 4539189,026 10.000,00
14 4 VILLA LITERNO 2435879,916 4538588,994 10.000,00
15 4 VILLA LITERNO 2436570,917 4538478,965 10.000,00
16 4 VILLA LITERNO 2437279,95 4537988,972 10.000,00
17 4 VILLA LITERNO 2436679,935 4537988,981 10.000,00
18 4 VILLA LITERNO 2437279,903 4537588,94 10.000,00
19 4 VILLA LITERNO 2437479,94 4537188,878 10.000,00
20 4 VILLA LITERNO 2436880,956 4537188,969 10.000,00
21 4 VILLA LITERNO 2437080,885 4536988,969 10.000,00
22 4 VILLA LITERNO 2437279,963 4536988,946 10.000,00
23 4 VILLA LITERNO 2437479,966 4536988,917 10.000,00
24 4 VILLA LITERNO 2437484,883 4536744,934 10.000,00
25 4 VILLA LITERNO 2437079,904 4536588,948 10.000,00
26 4 VILLA LITERNO 2437679,894 4536388,903 10.000,00
27 4 VILLA LITERNO 2437065,904 4536190,961 10.000,00
28 4 VILLA LITERNO 2437280,885 4536188,871 10.000,00
29 4 VILLA LITERNO 2437280,885 4536188,871 10.000,00
30 4 VILLA LITERNO 2437679,926 4536188,942 10.000,00
31 4 VILLA LITERNO 2437679,905 4535788,911 10.000,00
32 4 VILLA LITERNO 2437280,928 4535788,95 10.000,00
33 4 VILLA LITERNO 2436904,92 4535758,884 10.000,00
34 4 VILLA LITERNO 2437565,904 4534950,935 10.000,00
35 4 VILLA LITERNO 2437666,951 4535240,915 10.000,00
36 4 VILLA LITERNO 2437879,943 4535389,863 10.000,00
37 4 VILLA LITERNO 2437237,92 4534629,865 10.000,00
38 4 GIUGLIANO IN CAMPANIA 2437480,874 4533988,84 10.000,00
39 4 GIUGLIANO IN CAMPANIA 2445876,559 4532839,257 10.000,00
40 4 ACERRA 2470139,53 4538317,846 10.000,00
41 4 ACERRA 2472043,584 4534521,825 10.000,00
42 4 ACERRA 2470054,518 4538321,865 10.000,00
43 4 ACERRA 2469906,498 4538238,833 10.000,00
44 4 ACERRA 2469924,549 4538307,874 10.000,00
45 4 ACERRA 2469839,535 4538237,847 10.000,00
46 4 ACERRA 2469823,5 4538340,87 10.000,00
47 4 CAIVANO 2464722,469 4537788,882 10.000,00

ID Sito

Classe di rischio

Comune

Coordinate

Area Totale

(mq)



48 3 GIUGLIANO IN CAMPANIA 2445494,754 4533910,249 22.566,84
49 3 CASTEL VOLTURNO 2434380,005 4538792,627 28.533,26
50 3 VILLA LITERNO 2436678,572 4536910,442 17.959,29
51 3 VILLA LITERNO 2437404,193 4537338,801 38.332,36

4 commenti

  • Antonio Bottiglieri

    (12 marzo 2014 - 07:13)

    Il rigore del provvedimento lascia immaginare la certezza del pericolo per la salute di ignari consumatori. Ma per questo dovrebbe ugualmente rigoroso il controllo presso i rivenditori di ogni prodotto sulla certificazione di provenienza. Ma questo troppe volte non avviene. Persino nei supermercati vengono venduti alimenti dei quali resta ignota la provenienza. Tanto peggio nelle frutterie e nei mercati di frutta e verdura. Adesso dopo il provvedimento del Governo dovrebbe esserci finalmente il controllo.

  • PAOLO

    (12 marzo 2014 - 08:07)

    buongiorno sig Bottiglieri
    per far dei controlli presso i rivenditori …si deve prima vietare le coltivazioni nelle suddette zone a rischio—ma questo non e stato ancora fatto…QUINDI DI COSA SI PARLA ??? STANNO SOLAMENTE DICENDO— ATTENTI… MA SENZA VIETARE LE COLTIVAZIONI E BONIFICARE QUELLE AREE.

  • luisa

    (12 marzo 2014 - 21:43)

    nessuna sopresa x i comuni elencati ma di altri tanti che si tace? e per l’inquinamento da radioattività dei comuni nei pressi della centrale nucleare del Garigliano,dove da anni ci sono gravi danni agli animali,colture e….,non si dice niente?

  • luigi di matteo

    (13 marzo 2014 - 13:14)

    Cari amici, vorrei dire tutto bene,ma;Io ho vissuto per 11 anni a Cardito, centro della terra dei fuochi, dove ho mangiato di tutto. Poi per “disintossicarmi” sono andato ad abitare a Napoli, colli aminei, uscita tangenziale, dove c’è l’aria più contaminata di Napoli, zona ospedaliera, dove quando si blocca il traffico, per intere ore non ci si muove di qualche metro, ed abbiamo respirato aria inrespirabile.Ora sono ritornato in periferia, al centro della terra dei fuochi.Con questo non voglio dire che in queste terre non ci sia stato qualche maledetto che vi abbia lucrato,e vi abita anche lui con la famiglia. Bene, vorrei dirvi che la natura è grande, e con la sua forza, cerca di riprendersi, sempre che venga aiutata un pochino.Io credo solo il parte a quello che viene scritto, Giugliano è la provincia più estesa della Campania, conta più di 100.000 abitanti, e conta solo 400 persone morte con tumore, che si potrebbero imputare a questo mala affare. Per amore di Dio, non dico che non c’è stato nulla, ma non ci lasciamo prendere dal panico. Vi ricordate della mucca pazza, della malattia dei polli,per non dre quella dei maiali? Io , in quel periodo, come adesso, non ho mai mangiato carne così buona,e continuerò a mangiarla. Vi dico solo che quand vado dal macellaio, ci sono almeno 30 persone prima che arriivi il mio turno; e la mozzarella, altra incriminata; in questo periodo, mangio la mozzarella e la ricotta, buonissima, credetemi, i commercianti sono più controllati, e la merce è più buona.Cari amici, non vi lasciate prendere dal panico, mangiate con fiducia i prodotti della nostra terra, solo ponendo un pò più di attenzione.Io ho 62 anni, e sto in carrozzina avendo la sclerosi multipla,ABBIATE FIDUCIA,tutto si aggiusterà.

I commenti sono chiusi.