Terre Lontane 2004 Val di Neto igt

Letture: 53

LIBRANDI

Uva: gaglioppo, cabernet franc
Fascia di prezzo: da 1 a 5 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Le uve nascono sul terreno argilloso e calcareo dell’azienda Critone in Val di Neto, i nuovi impianti che hanno consentito ai fratelli Librandi di fare un salto di qualità mantenendosi aggiornati al cambio di passo del mondo vitivinicolo italiano. Donato Lanati ha puntato deciso sui profumi e il risultato di questo rosato cerasuolo si avvertono subito al naso straordinariamente ricco di sentori floreali intensi e persistenti come raramente capita in questi vini. Sembra quasi un rosato del Nord, soprattutto se bevuto ad una temperatura un po’ più fredda. Il Sud fa capolino nella struttura, direi decisamente di corpo, nella sensazione di caldo, nella intensità e nella persistenza del vino nel palato completamente avvolto. Un bellissimo prodotto con cui si potrebbero passare tutte le giornate da colazione a cena vista la versatilità di un prodotto del genere, dal pane con la ricotta della mattina, alle verdure, alle zuppe di pesce, anche sulle cotture semplici come quelle al sale. Una vera consolazione dell’animo.

Sede a Cirò Marina, Contrada San Gennaro. Tel. 0962.31518, fax 0962.370542. Sito: www.librandi.it. Enologo: Donato Lanati. Ettari: 230 di proprietà. Bottiglie prodotte: 2.100.000. Vitigni: mantonico, greco, chardonnay, sauvignon, gaglioppo, magliocco, cabernet sauvignon, cabernet franc