The 50 Best Restaurants of the World 2012. Da 51 a 100: c’è Crippa

Letture: 320
Enrico Crippa
Restaurant Town Country Pos 2011 Movement
51 Mani Sao Paulo Brazil 74 up 23
52 Bo Innovation Hong Kong Hong Kong 64 up 12
53 Les Amis Singapore Singapore 55 up 2
54 Caprice Hong Kong Hong Kong 76 up 22
55 Ristorante Cracco Milan Italy 33 down 22
56 Chez Dominique Helsinki Finland 35 down 21
57 The Tasting Room At Le Quartier Francais Franschhoek South Africa 36 down 21
58 Coi San Francisco California 75 up 17
59 Combal Zero Rivoli Italy 28 down 31
60 Varvary Moscow Russia 48 down 12
61 Marque Sydney Australia 70 up 9
62 Malabar Lima Peru 87 up 25
63 Attica Melbourne Australia 53 down 10
64 La Maison Troisgros Roanne France 44 down 20
65 Restaurant Sant Pau-carme Ruscalleda Sant Pol De Mar Spain new entry
66 Jean Georges New York USA 62 down 4
67 Martin Berasategui Lasarte-Oria Spain 29 down 38
68 Restaurant Andre Singapore Singapore 100 up 32
69 Spondi Athens Greece re-entry 2007
70 Dal Pescatore Canneto Italy 38 down 32
71 Roberta Sudbrack Rio De Janeiro Brazil new entry
72 La Vie Osnabrück Germany new entry
73 Maison Pic Valence France 67 down 6
74 The Test Kitchen Cape Town South Africa new entry
75 Restaurant Relae Copenhagen Denmark new entry
76 Tetsuya’s Sydney Australia 58 down 18
77 Blue Hill At Stone Barns New York USA 91 up 14
78 Guy Savoy Paris France new entry
79 Momofuku Ko New York USA 65 down 14
80 Viajante London England new entry
81 La Grenouillere La Madelaine Sous Montreuil France 78 down 3
82 Robuchon A Galera Macau China re- entry 2008
83 Zuma Dubai UAE 66 down 17
84 Bukhara New Delhi India new entry
85 Die Schwarzwaldstube Baiersbronn Germany 73 down 12
86 Tantris Munich Germany 80 down 6
87 Septime Paris France new entry
88 Le Gavroche London England 84 down 4
89 Piazza Duomo Alba Italy new entry
90 Masa New York USA 95 up 5
91 Landhaus Bacher Mautern Austria new entry
92 In De Wulf Dranouter Belgium new entry
93 Lung King Heen Hong Kong Hong Kong new entry
94 Hibiscus London England 43 down 51
95 Mr And Mrs Bund Shanghai China new entry
96 La Petit Maison Dubai UAE new entry
97 Restaurant Sat Bains Nottingham England new entry
98 Chez Panisse Berkeley USA new entry
99 Chaika Moscow Russia same 99
100 Hakkasan London England 60 down 40

3 commenti

  • Oreste

    (1 maggio 2012 - 09:12)

    Ma chi c crede a queste classifiche?

  • leo

    (1 maggio 2012 - 14:47)

    Tralasciando (per ora) le incongruenze della Top 50 rimango basito forse ancor di più leggendo la classifica da 51 a 100.

    Dall’anno scorso ad oggi una vera chart di ristoranti non può avere queste differenze. Parlando solo di quelli che conosco (invidio Bonilli e le sue frequenti gite nell’estremo oriente), come si spiegano i tracolli di Cracco (-22), Scabin (-31), Troisgros (-20), Berasategui (-38 !), Pescatore (-32) e Hibiscus (-51) ? si spiegherebbero se tutti questi locali avessero cambiato chef o gestione ma…

    Un breve sunto dell’apparentemente semplice sistema di voto della San Pellegrino: ogni giurato può dare 4 voti ai locali del suo paese e 3 agli stranieri. La giuria è composta da oltre 800 persone divise in 18 commissioni che coprono tutte le zone del mondo.

    Aggiungo io: e nessuno può stabilire se il giurato del Perù (ma potrebbe essere quello della New Zealand) ha visitato 10, 100 o 1.000 locali nel mondo. In teoria può dare i suoi voti “esterni” a dog’s dick, a simpatia o perchè gli piace il nome (Chateaubriand tira molto).

    Il regolamento elenca anche:

    Voting is strictly confidential before the awards announcement
    Panellists vote for 4 restaurants within their region and 3 outside of their region
    Voters must have eaten in the restaurants they nominate in the last 18 months
    Voters are not permitted to vote for restaurants they own or have an interest in
    Nominations must be made for the restaurant, not for the restaurateur or the chef
    Panellists submit their 7 choices in order of preference (this information is used to decide on positions in the event of a tie)

    I capi delegazione Italia e Francia sono Eleonora Cozzella e Andrea Petrini, persone competenti e sulle quali riponiamo massima fiducia sia nelle loro scelte che in quelle dei loro delegati (chi saranno? Vizzari, Bonilli, Marchi..e poi ? top secret) ma possiamo dire altrettanto degli altri ?

    E se gli italiani sono così in basso significa che solo i nostri giurati hanno votato per loro o poco più. Come dice Bottura nell’intervista a Luciano: “Sto qui a Londra, vedo gli spagnoli che si portano dietro anche le tv locali, la Camera di commercio svedese che organizza tour gastronomici, mentre noi siamo solo dei grandi solisti” Sarà mica che abbiamo dimenticato come vendersi bene all’estero ? cavolo, e per fortuna la San Pellegrino/Acqua Panna è, almeno formalmente (proprietà Nestlè per chi non lo sapesse), italiana altrimenti manco quelli avevamo in classifica… :-)

    La principale utilità comunque di questo premio è far conoscere, a rotazione (insomma…), le cucine degli altri paesi del mondo e nuovi chef. Basterebbe per darne una patina di autenticità non farne una classifica con 1°, 2° e 3° come un’olimpiade ma l’arena vuole sangue…

    • leo

      (1 maggio 2012 - 14:48)

      Pardon, la giuria è divisa in 27 commissioni. ;-)

I commenti sono chiusi.