Torrecuso (Sannio) – VinEstate, un week end nel segno dell’Aglianico del Taburno

Letture: 143
Tre giorni nel segno dell'Aglianico del Taburno
Tre giorni nel segno dell’Aglianico del Taburno

Parte domani la 41° edizione di ‘VinEstate’, la rassegna dedicata all’Aglianico del Taburno Docg e alle eccellenze enologiche del comprensorio del Taburno, in programma a Torrecuso (Benevento) fino a domenica 6 settembre.
Il sipario si alzerà alle ore 10.00, con il Rating annata 2012 dell’Aglianico del Taburno Docg, che vedrà i tecnici di Assoenologi Campania impegnati nella degustazione per la valutazione dell’annata. Nel segno del vitigno rosso più importante del Sud della Penisola si continua con il Focus, spazio in cui si incontreranno tutti i produttori dell’area della Docg per definire insieme azioni di valorizzazione, promozione e sviluppo della denominazione territoriale.

Il profilo urbanistico di Torrecuso
Il profilo urbanistico di Torrecuso

L’Aglianico del Taburno Rosato sarà protagonista delle degustazioni guidate dall’Associazione Italiana Sommelier e del laboratorio sensoriale ‘AglianicoLab’ in programma alle ore 20.00 a Palazzo Cito – Caracciolo': nella prima serata spazio al rosato, nella seconda in passerella le Riserve, domenica si chiude con i Rossi. Nella Puteca Mast’Orazio i Laboratori di Slow Food: venerdì un viaggio alla scoperta dei formaggi sanniti, sabato un laboratorio sui grani antichi delle colline beneventane; domenica l’incontro dedicato alla soppressata a coltello (per degustazioni e laboratori: 333.3597389).

Protagonista anche il Rosato
Protagonista anche il Rosato

Dalle ore 21.00 l’animazione dello spettacolo musicale itinerante che vedrà impegnati i giovani musicisti della Banda torrecusana che sono stati protagonisti nel corso di questa settimana nei seminari proposti nell’ambito di ‘Riverberi’, il festival musicale diretto dal musicista sannita Luca Aquino e che vivrà il suo momento conclusivo proprio a Torrecuso, qualificando notevolmente la proposta musicale della tre giorni di ‘VinEstate’. Il “viaggio musicale” della banda si snoderà lungo un percorso che tocca piazza Caracciolo, piazza Mellusi, piazza Sant’Erasmo e piazza Fusco.
Ad accogliere gli appassionati wine lover ci saranno i protagonisti della 41° edizione di ‘VinEstate’, i produttori che faranno degustare l’Aglianico del Taburno e le altre eccellenze enologiche della terra sannita. Queste le aziende presenti nel cuore del centro storico torrecusano: Torre del Pagus, Cantina del Taburno, Cantina Iannella, Fattoria La Rivolta, Il Poggio, Cantine Tora, La Fortezza, Fontanavecchia, Terre d’Aglianico, I Colli del Sannio, Cavalier Falluto, Torre dei Chiusi, Torre a Oriente, Nifo Sarrapochiello.
Intento cresce l’attesa per le indicazioni della commissione che sarà chiamata ad esprimersi in merito all’importante ‘Premio Libero Iannella’, intitolato alla memoria dell’ideatore dell’importante rassegna enologica. Il Premio sarà attribuito a personalità, associazioni, progetti o iniziative che si sono particolarmente distinte per impegno profuso nella valorizzazione e per la promozione del vitigno aglianico, in riferimento al distretto enologico del Taburno. La cerimonia di consegna è in programma per domenica 6 settembre.

Per il programma completo di ‘VinEstate 2015′: www.comune.torrecuso.bn.it