Tortino di scarola e alici di Cetara con uvetta e pinoli

Letture: 440

Tortino di scarola

Se siete stanchi della solita scarola ripiena, ecco un modo molto moderno per vivere gli stessi sapori portando a tavola un ottimo antipasto o, se volete, anche un piatto di accompagnamento alla seconda portata.


Questa idea, molto semplice, è un cavallo di battaglia ormai da molti anni di Pasquale Torrente al Convento di Cetara.


Ingredienti per 8 persone
2 cespi di scarola; olio extravergine di oliva; 24 olive nere di Gaeta; 20 capperi di Pantelleria dissalati; 50 grammi pane raffermo; 10 grammi di pinoli; 20 grammi uva passa; 16 filetti di alici dissalate; 2 spicchi di aglio italiano; prezzzemolo q.b; 2 uova.

Preparazione
Per il tortino
In una casseruola mettere l’aglio a soffriggere con l’olio extravergine di oliva.
Appena l’aglio diventa biondo aggiungere la scarola che avrete precedentemente lavato e tagliato grossolanamente.
Quando la scarola si appassisce aggiungere olive nere e capperi che avrete accuratamente lavato e dissalate e procedete con una cottura veloce
Fate raffreddare e ponete in un recipiente.
Aggiungete il pane tagliato a cubetti e le uova che serviranno a legare il tutto.
Prendete degli stampini passateci dell’olio e riempiteli con la scarola e cuocete in forno a 160 gradi per 10 minuti.
A parte avrete messo l’uva passa a bagno e tostato i pinoli.

Presentazione
In un piatto piano mettete il tortino sfornato, guarnite al lato l’uva passa ed i pinoli tostati, sopra aggiungete le alici salate, preferibilmente di Cetara ed una spolverata di prezzemolo.

Questa ricetta è contenuta del Dvd del Mattino allegato a CasAgenda e pubblicata nel supplemento Le ricette di Natale allegato domani al giornale

Un commento

  • andrea723

    (24 dicembre 2011 - 19:52)

    grande antipasto con tutte le consistenze ed i sapori della cucina campana

I commenti sono chiusi.