Tous au restaurant 2012, chef francesi in autobus

Letture: 108
Tous au restaurant

Parigi inventa la carovana della gastronomia francese: per una settimana, dal 17 al 23 settembre, i più grandi chef transalpini, da Alain Ducasse a Anne-Sophie Pic e Alain Frenchon, a turno, serviranno le loro pietanze in un bus-ristorante itinerante che farà tappa nei luoghi più suggestivi della capitale.

L’iniziativa – organizzata in collaborazione con il Comune di Parigi, il Ministero dell’Economia e il Collegio culinario di Francia – si inserisce nella manifestazione Tous au restaurant, versione transalpina del concept newyorchese Restaurant week, alla terza edizione, dove un migliaio di ristoranti in tutto il paese, di cui quasi la metà stellati o con grandi chef, durante quella settimana partecipano alla formula <un piatto pagato il secondo offerto> secondo lo slogan «il vostro ospite è il nostro ospite».

«Parigi è la prima destinazione turistica al mondo – spiega l’assessore al Turismo del comune di Parigi, Jean-Bernard Bros -. Attraverso questa iniziativa la città vuole imporsi come destinazione gastronomica di riferimento. L’obiettivo è promuovere la cucina francese, contribuire alla sua diffusione, e esprimere la sua diversità, vitalità e creatività. Si tratta anche di democratizzare l’accesso alla gastronomia e ai ristoranti, e dare la possibilità ai giovani di scoprire una cucina alternativa al fast food o alla pizza». «Oggi la buona cucina è più accessibile – osserva Gilles Epie, chef del Citrus Etoile, un bel ristorante nei pressi degli Champs-Elysees che partecipa alla manifestazione – i cuochi si adattano ai gusti di una clientela più attiva, che lavora e che va spesso al ristorante, che ha bisogno di magiare leggero e che ha voglia di sperimentare nuovi sapori mescolati alla tradizione». Tous au restaurant è anche l’occasione di sfatare il luogo comune che i grandi ristoranti sono solo per ricchi anche se, ammette Epie, «rispetto ad altre città, a Parigi per mangiare bene generalmente si deve spendere molto. La motivazione sono le enormi tasse inflitte al settore della ristorazione». Tra i ristoranti che partecipano all’iniziativa ci sono, a Parigi, Le Jules Verne, sulla Torre Eiffel, con lo chef Alain Ducasse e L’Epicure all’Hotel Bristol con Eric Frenchon; nel sud della Francia, a Valence, il Bistrot di Anne-Sophie Pic, a Annecy, il Clos des Sens con Laurent Petit e a Bordeaux, il Gabriel con Francois Adamski.

Ci sarà un menu fisso per ogni chef, con antipasto, piatto principale e dolce, servito a pranzo e a cena, e le prenotazioni vanno fatte imperativamente sul sito internet www.tousaurestaurant.com a partire dal 5 settembre. (Ansa)