Tramonti, Agriturismo da Regina: sapori e sapere della Costa d’Amalfi

Letture: 281
Agriturismo da Regina, la famiglia Vaccaro
Agriturismo da Regina, la famiglia Vaccaro

di Marco Contursi

Il pezzo su questo agriturismo è stato un anno chiuso nel mio pc. Ci andai giusto un anno fa e fui colpito dalla serenità del ragazzo di sala, appena 16 anni, un sorriso sincero che conquista. Immaginate quale fu la mia sorpresa quando, scambiando due chiacchiere, appresi che aveva perso il papà da pochi giorni. Mi resi conto che alcune persone hanno il privilegio di donare serenità con un sorriso, anche se hanno il lutto nel cuore. Sono ritornato oggi, tra nebbia, lampi e pioggia torrenziale, per completare quello che finora non avevo avuto la forza di fare. E ho trovato la stessa preziosa serenità e affetto per il cliente. Siamo a Tramonti, paese presepe a pochi km dal caos dell’agro nocerino e in estate, della costiera.

Agriturismo da Regina, il limoneto
Agriturismo da Regina, il limoneto

Qui, Francesco Vaccaro, 3 anni fa e dopo svariati di lavoro al nord, decide di tornare a casa e di ristrutturare questo antico casale per dare un futuro alla sua famiglia nel loro luogo natio. Ha commerciato in vino e carni, di cui è un grande esperto, mettere su un agriturismo è scelta congeniale. Con lui, la moglie Alfonsina, oggi direttrice della struttura e i figli Antonio, 20 anni che gestisce la cucina insieme al fratello David (pasticciere), e l’altro fratello Cristian, che ti accoglie in sala come fossi uno di famiglia. Purtroppo un anno fa, Francesco scompare prematuramente e Alfonsina si ritrova sola coi figli a gestire sia le camere che il ristorante, ma i legami familiari sono solidi ed ecco correre ad aiutarla i suoi due fratelli e zii dei ragazzi, Andrea ed Antonio, esperti pizzaioli (qui si fa anche pizza nel forno a legna).

Si mangia molto bene, alcuni piatti meritano il viaggio, piccole imperfezioni da mettere a punto e spiccherà il volo, ma Antonio e David sono così giovani che hanno tutto il tempo per mostrare il loro talento. E sì, mi sono sbilanciato, ho parlato di talento, perché quando a 20 anni mi fai mangiare uno gnocco con zucca e guanciale, di apollineo equilibrio (solitamente piatto riposato su una eccessiva morbidezza, qui pepe e salume mettono le ali al piatto meglio di una red bull) e a 17 anni, una caprese che si annovera tra le 3 migliori mai mangiate, credo si possa tranquillamente parlare di Chef e Pasticciere con gli attributi.

Agriturismo da Regina, gnocchi zucca e guanciale
Agriturismo da Regina, gnocchi zucca e guanciale

Si inizia con salumi e formaggi locali, buoni, più uno squisito prosciutto di Parma che non ci azzecca con la tipicità locale ma mi ha fatto consolare insieme a una focaccina calda calda, uscita dal forno a legna.

Agriturismo da Regina, i salumi
Agriturismo da Regina, i salumi

Come primo, ho ripreso lo gnocco che un anno fa mi fece “arricreare”, bissando il successo anche oggi, ma trovate anche la pasta e patate e i paccheri porcini e salsiccia che a giudicare dai commenti dei miei vicini di tavolo dovevano essere proprio buoni. Per secondo non potevo esimermi dal provare la famosa bistecca, vanto della casa quando c’era papà Francesco e gustosa anche oggi, da abbinare a broccoli e patate fresche o altri contorni del proprio orto secondo stagione.

Agriturismo da Regina, bistecca da 800g
Agriturismo da Regina, bistecca da 800g

Dall’orto viene pure la frutta servita a tavola o usata da mamma Alfonsina per preparare i preziosi rosoli della casa: limoncello, mandarinetto, e l’alchemico concerto, liquore nato due secoli fa,nel convento vicino e di cui ogni famiglia custodisce la ricetta segreta.

Agriturismo da Regina, la frutta dell'orto
Agriturismo da Regina, la frutta dell’orto

 

Agriturismo da Regina, concerto
Agriturismo da Regina, concerto

E il concerto lo ritroviamo nei dolci, con un piacevole profitterole, servito nella versione con il suddetto liquore o più classica, col limoncello , insieme ad una torta caprese, umida, voluttuosa, buonissima, da trissare senza scuorno. Conto di 25 euro circa, ma mangiando a soddisfazione.

Agriturismo da Regina, i dolci
Agriturismo da Regina, i dolci

Con il bel tempo e la bella stagione sarà possibile pranzare sotto il pergolato esterno, tra i profumatissimi limoni sfusati amalfitani. Arrivarci è facile, da Angri si sale seguendo le indicazioni “Valico di Chiunzi” e arrivati alla rotonda in cima al valico, si scende in direzione Maiori per qualche km (circa 4-5) prima di trovarlo sulla vostra destra. Un consiglio, dopo pranzo, quando ritornerete alla rotonda sul valico, prima di scendere in direzione Angri, prendete una stradina sulla vostra destra, proprio sulla rotonda, che indica località Chiancolelle. Salitela tutta, troverete uno dei panorami più belli e soprattutto l’azienda agricola Antonia Rastelli, che fa formaggi da vacche proprie eccellenti. Dite pure che vi mando io e non vi negheranno un goccio del loro concerto o del finocchietto selvatico.

Sì, lo so, Tramonti è anche vino, soprattutto Tintore, viti centenarie a piede franco prefilossera. Tenuta San Francesco, Azienda agricola Reale e Viticoltore Giuseppe Apicella, gli indirizzi sicuri, per fare una scorta di questo vino uscito dalla nebbia dei tempi, come Tramonti oggi mi è apparsa dopo aver sfidato Eolo e Giove…..ma quegli gnocchi e quella caprese, ben valevano il rischio corso.

p.s. fino a marzo aperto solo venerdi sera, sabato e domenica tutta la giornata in quanto impegnati coi lavori agricoli e la scuola.

p.p.s. Non c’è il porcellino che mi accompagna sempre nei miei pranzi poiché sono andato a San Valentino con la mia ragazza che non gradisce il simpatico porcellotto a tavola……ah le donne…..

 

Agriturismo da Regina

Località Campinola Tramonti (Sa)

Tel 089.876249

www.agriturismodaregina.it