Tufjano 2008 Puglia Igt

Letture: 138

COLLI DELLA MURGIA
Uva: Fiano Minutolo
Fascia di prezzo: da 9 a 11 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Al confine con la Basilicata, a 450 metri di altitudine e incastonata tra il parco dell’Alta Murgia e il Bosco “Difesa Grande” si trova l’azienda Colli della Murgia. Un’azienda che punta sulla vinificazione in bianco fin dalla nascita nel 1986 ad opera di Franco Ventricelli e Francesco Valentino Dibenedetto, in una masseria coltivata a vite in agro di Castellaneta. Il loro primo vino bianco nasce nel 1990 “l’Erbaceo”. I consensi positivi del mercato spingono l’azienda a migliorarsi, spingendoli a ricercare vitigni autoctoni bianchi da affiancare ai collaudati Greco e Verdeca: da dove nasceva l’Erbaceo; in effetti già dal 2000″Colli della Murgia”, ha impiantato il Fiano Minutolo sia a Castellaneta che a Gravina: dove ha sede la nuova cantina.
Il Tufjano è ottenuto, prettamente da uve fiano minutolo: loro scrivono fiano di Puglia. Prodotto in 15.000 bottiglie, sta lentamente crescendo in qualità ed eleganza. Difatti il 2007 non ha entusiasmato molto, ma il 2008 è molto intrigante, mostrando al meglio le caratteristiche distintive del vitigno. Dal colore giallo paglierino, con riflessi verdognoli. I suoi profumi vi confonderanno, vi riporteranno a vini aromatici del nordest, con intense e persistenti note di fiori freschi gialli, delicatamente agrumate si alterneranno a sentori di finocchietto selvatico e anice. Buona corrispondenza del gusto con l’olfatto, si apre con una carica minerale e sapida ben sostenuta dalla generosa acidità. Non ha molto corpo ma è equilibrato con media persistenza. Ma la sperimentazione non si ferma: vicino al “vecchio” vigneto di Fiano ne sta nascendo un altro con maggiore intensità d’impianto. In futuro berremo sicuramente un altro vino…
I buoni risultati ottenuti in Puglia dal Fiano Minutolo: vedi le due Corone della guida “ ViniBuoni ‘d’Italia 09”, si candida a vitigno che guiderà la riscossa della Puglia enoica e dei vini bianchi, scalzando: ed era ora, gli immancabili ed onnipresenti Chardonnay e Soauvignon. Oggi, fortunatamente, stiamo assistendo ad un’inversione di tendenza. I produttori finalmente, si stanno orientando verso gli autoctoni. Forza Puglia!
Questa scheda è di Andrea De Palma

Sede a Gravina in Puglia. Contrada Zingariello (zona Bosco) indicazioni Irsina
Tel./fax 080.3261271
Sito: http://www.collidellamurgia.it
Email: info@collidellamurgia.it
Enologo: Anna Cicirelli
Bottiglie prodotte: 160.000