Show cooking della Rete Giovani Slow Food Campania: “La riscoperta del gusto Slow, le ricette di Under ed Over 30”

Letture: 292
Da sx verso dx, Nicola Martone, Luigi Di Nuzzo, Libero Riccio, Americo Mascia, Vincenzo Vacchio e Raffaele Della Ratta

di Antonella D’Avanzo

Nell’incantevole panorama dell’antica dimora ristrutturata “Il Casale dei Collinari” di Benevento, sabato 13 aprile è andato in scena lo show cooking: “La riscoperta del gusto Slow, le ricette di Under ed Over 30”.

L’evento, presentato per la prima volta nella nostra Regione e che ha suscitato un notevole successo, è stato organizzato da Slow Food condotta di Benevento dal responsabile del gruppo giovani Americo Mascia, da Slow Food Campania e con il patrocinio della Provincia di Benevento, per valorizzare le eccellenze tipiche agroalimentari e culinarie del Sannio, in un’ottica di scambio e reciproco arricchimento culturale, con richiami oltre il confine provinciale.

I giovani dilettanti e professionisti chef accompagnati da un adulto delle diverse condotte Slow Food della Campania, hanno cucinato dal vivo ricette con i prodotti tipici del territorio di provenienza, come ingredienti, davanti ad ospiti ed esperti del settore, trasferendo loro trucchi e curiosità su piatti che sono stati subito dopo degustati. Un vero e proprio show cooking che ha permesso di scoprire profumi, sensazioni, gusti antichi e nuovi attraverso una formula piacevole e ricreativa, dove insieme si mangia e si apprendono i segreti della cucina tradizionale.

Lo show ha avuto inizio con la performance dello chef Alessandro della Rocca accompagnato da Bernardo Fusco, per la condotta Benevento 1, che insieme hanno preparato un piatto interessante e sontuoso: Lombo di agnello matesino laccato all’Aglianico e flan di patate bicolore.

A seguire si è esibita la Condotta Valle Telesina con la partecipazione dell’Istituto Alberghiero Artusi di Durazzano/Sant’Agata dei Goti, dove Nicola Martone, Luigi Di Nuzzo, Vincenzo Vacchio e Raffaele Della Ratta hanno preparato la pasta e fagioli con l’occhio e mela annurca di Sant’Agata dei Goti, accompagnati ed aiutati dalla professionalità e dalle competenze del professore Libero Riccio.

Dalla costiera sorrentina a portare l’estate sono state delle splendide e gustose polpette di mare, un’antica ricetta di pescatori, preparate elegantemente dalla giovanissima e brava Nausicaa Rossi e Franca di Mauro de “Il Cellaio di Don Gennaro” di Vico Equense.

Nausicaa Rossi e Franca Di Mauro

Caserta ha partecipato con lo chef Federico Campolattano, autore de “Il Gusto dell’Immaginazione”, seguito da Ileana Vaino e Mauro Iacuzio dell’Istituto Alberghiero G. Ferraris di Caserta, proponendo un piatto che sposa in pieno il territorio: ”C’era una volta”, con il suino razza casertana adagiato su crema di mela annurca, in un delicato equilibrio tra gusto acidulo e dolce. Il sannita Fabiano Borea ha rappresentato la condotta Benevento 2 preparando dei meravigliosi ravioli con ripieno di broccoli  e ricotta di bufala campana su letto di crema di ceci.

Nel finale, c’è stata l’esibizione del Fortore con la preparazione magistrale di Gaetano Palumbo e Donatella Zampelli che hanno elaborato un delicato tortino di patate interrate del Taburno e rape accomodato su letto di fonduta di pecorino. A chiudere, il trio femminile Simona Cammarano, Selene Vessichelli e Annalisa Senzamici  di Benevento, ha riportato la tradizionale ed antica ricetta della zuppa di cardone del beneventano e la pastiera di riso, dolce tipico pasquale.

I piatti sono stati abbinati ai vini Falanghina ed Aglianico del Taburno, offerti dalla cantina Fontanavecchia di Torrecuso.

Falanghina e Aglianico del Taburno, cantina Fontanavecchia

Nel pomeriggio si sono svolti i Laboratori del Gusto con il “Latte Nobile dell’Appennino Campano” Presidio Slow Food, a cura di Erasmo Timoteo, fiduciario Slow Food Benevento, un latte molto leggero, che solo animali che pascolano allo stato brado possono dare.

Il secondo laboratorio con “pane a confronto”: pane industriale, pane artigianale e pane di farro con lievito madre e farina molita a pietra in cui gli ospiti hanno gustato ed apprezzato il pane di farro e grano Cappella, di grande fragranza e dal profumo intenso, offerto da Giovanni Minicozzi, “Le Dolcezze del Sannio” di Paduli.

Ospiti del Casale dei Collinari sono stati anche Aniello Cimitile, presidente della Provincia di Benevento accompagnato dalla giunta provinciale ed i coniugi Mastella.

Una giornata di degustazioni, incontri e laboratori dedicata all’alimentazione in tutti i suoi aspetti, per condividere e conoscere da vicino la variegata offerta dell’enogastronomia sannita e regionale.

Americo Mascia, l’organizzatore, crede fortemente in questa iniziativa ed ha voglia di ripetere l’evento nelle diverse condotte con cadenza annuale.
INFO e CONTATTI:

Americo Mascia

cell. 320 4684186

americo.mascia@libero.it

 

Casale dei Collinari

C/da Epitaffio – 82010 Benevento

www.casaledeicollinari.it

e-mail: info@casaledeicollinari.it

Cell. 340 3458106