Vallerana Alta 2009 Ciliegiolo Maremma igt, Antonio Camillo Vignaiolo in Maremma

Letture: 198
Vallerana Alta 2009 - Antonio Camillo-Poggio Argentiera

di Fabrizio Scarpato

Vecchie vigne sulle colline dell’entroterra, qualche chilometro lontane dal mare, a mitigarne la ventosa salinità. Maremma che vive tra mare e terra, tra verde e azzurro, tra caccia e pesca. Una scontrosità quasi proverbiale, la confortevole rugosità di una giacca di velluto a coste, cucita nei dintorni di Capalbio: forse luoghi comuni, ma nelle storie, nelle suggestioni, c’è sempre un briciolo di verità.

E vero, di una verità tutta meremmana, ti sembra questo ciliegiolo in purezza, dai vigneti di Vallerana, coltivati secondo criteri biologici, se bio significa anche non avere criteri, ma rispettare e assecondare vigne di cinquant’anni che ne sanno più di noi, senza interferire. La mano e la mente sono di Antonio Camillo, la distribuzione di Poggio Argentiera.

Rubino privo di scariche elettriche, nervoso di intermittente freschezza, al naso racconta di frutti rossi, delle ciliegie scure e mature di questa stagione, disperse tra macchia e spezie, sparpagliate con l’irruenza di un giovine cinghiale tra gli arbusti. Eppure un tannino rotondo e un’ inattesa struttura riempiono il sorso, avido di una gradevole sapidità e irretito da una pienezza elegante, ciliegiosa ed equilibrata, ancorché croccantemente e pervicacemente scontrosa. L’amigdala poi s’affanna a rovistare nei cassetti della memoria emotiva, dai quali emergono àliti, tracce forse somiglianti a un ricordo di tamarindo.

Vallerana Alta - Ciliegiolo

Lo provi a temperatura di cantina e immagini storie raccontate tra i capanni di legno lungo la spiaggia, al margine della pineta, alle prese con un panino con le trippe di mare dello Zazzeri, per esempio, scambiando maglioni slabbrati con chi ti vuole bene e respirando a pieni polmoni un fantasioso, personalissimo e già evocato senso di maremmitudine.

Ti accontenterai, invece, di un mucchio selvaggio di acciughe di Monterosso, fritte con garbo, grosse e grasse, toste, rustiche d’amaro e succulente al morso.

Acciughe

Il ciliegiolo, questo ciliegiolo, le guarda rapito e se ne innamora.

 

Poggio Argentiera
Loc. Banditella 2 Alberese 58100 Grosseto
Tel. +39.0564.405099 Fax +39.0654.405199
www.poggioargentiera.com