Verdicchio eterno: i 27 anni di Cambrugiano delle Cantine Belisario

Letture: 141
Verticale di Cambrugiano, il Presidente, Antonio Centocanti e l'enologo Roberto Potentini
Verticale di Cambrugiano, il Presidente, Antonio Centocanti e l’enologo Roberto Potentini

di Adele Elisabetta Granieri

Ripercorrere la storia di un vino dalla sua nascita è sempre emozionante, ma quando la degustazione si svolge nella cinquecentesca cucina di Palazzo Piersanti a Matelica, l’emozione si moltiplica. Palazzo Piersanti è un gioiello dell’architettura del 1400 e custodisce splendidi arazzi, disegni e dipinti, del XV – XVIII secolo. Ad illustrarcelo, una guida d’eccezione: il sindaco, Alessandro Delpriori, giovane storico dell’arte.

Il Cambrugiano, orgoglio enologico delle Cantine Belisario, è stato il primo Verdicchio di Matelica prodotto nella tipologia “Riserva” nel 1988, vinificato solo con uve Verdicchio attraverso criomacerazione. Il Presidente, Antonio Centocanti e l’enologo, Roberto Potentini, ci spiegano il ruolo fondamentale che il microclima dell’Alta Valle Esina svolge ha per la qualità dei loro vini: il clima è continentale nelle escursioni termiche e mediterraneo nel soleggiamento, il che consente una grande concentrazione di aromi e la piena conservazione del patrimonio acidico.

Palazzo Piersanti, sala degli arazzi
Palazzo Piersanti, sala degli arazzi

 

Palazzo Piersanti, la cucina e le donne in abiti tipici
Palazzo Piersanti, la cucina e le donne in abiti tipici

La 2006 è la prima annata in cui viene introdotto l’uso del legno per una piccola parte della massa. In particolare, l’80% affina in acciaio per 12 mesi ed il restante 20% in barrique di rovere.

Verticale di Cambrugiano
Verticale di Cambrugiano

In degustazione nove annate: 2012, 2011, 2010, 2009, 2007, 2006, 1995, 1990 e 1988.

Verticale di Cambrugiano, i vini in degustazione
Verticale di Cambrugiano, i vini in degustazione

2012 – Un bel giallo paglierino carico brillante, trait d’union che segue fino all’annata 2006. Si esprime al naso con sentori di papaia, cedro e fiori bianchi, seguiti da note minerali di idrocarburi e pietra focaia. Il sorso è pieno e lungo, sostenuto da una buona spinta acida; dal finale leggermente ammandorlato.

2011 – L’impatto olfattivo è più delicato, sulle note della mela cotogna e della camomilla ed un richiamo fumè. In bocca è di buona struttura, fresco e abbastanza lungo.

2010 – Ritornano al naso i richiami alla mela cotogna, ma stavolta si aggiungono note di mentuccia e fieno. Il sorso è pieno e verticale, fresco e lungo.

2009 – Poco spazio per i sentori fruttati, che lasciano subito spazio a note intense di pietra focaia, biancospino, fieno e nocciola tostata. In bocca è imponente, di gran corpo e di freschezza energica; molto lungo persistente e, aggiungerei, elegante.

Verticale di Cambrugiano, alcuni dei vini degustati
Verticale di Cambrugiano, alcuni dei vini degustati

2007 – Al naso si apre con note delicate di mango e salvia, poi ritorna il richiamo olfattivo alla pietra focaia. Anche qui gran bel corpo; finale leggermente ammandorlato.

2006 – I profumi qui si spingono verso toni di agrumi canditi e anice stellato. In bocca è leggermente inferiore alle annate precedentemente degustate, ma comunque di piacevole freschezza.

1995 – Qui la componente cromatica cambia e si passa ad un dorato carico. Da questa annata, andando a ritroso, la vinificazione ha previsto solo acciaio. Il corredo olfattivo si presenta sulle note iniziali di frutta secca, miele e castagne, seguite da richiami alla pietra focaia, alla polvere di caffè ed al pane tostato. In bocca conserva ancora una buona energia, grazie alla spinta acida ancora ben distinguibile.

1990 – Il colore è sempre più maturo e i profumi si dirigono inizialmente sulle note di uva sultanina, fichi secchi e miele, per poi evolversi su sentori di fieno e scorza d’arancia. In bocca è un giovincello che non risente minimamente dei 25 anni sul groppone: fresco, pieno, verticale, lungo, con un buon fin di bocca di nocciola. L’outsider.

Verticale di Cambrugiano, alcuni dei vini degustati
Verticale di Cambrugiano, alcuni dei vini degustati

1988 – Il colore è dorato carico ed i profumi si spingono sulle note di miele, noce, albicocca sciroppata e fieno. Il sorso ha ancora energia e conserva una gran bella struttura.

Cambrugiano 1988 Riserva Cantine Belisario
Cambrugiano 1988 Riserva Cantine Belisario

 

Cantine Belisario

via A. Merloni

62024 Matelica (MC)

Tel. 0737/78.72.47 – 78.28.50

0737/78.72.63

www.belisario.it

belisario@belisario.it