Verginiano Pallagrello Bianco Terre del Volturno Igp 2013 | Voto 88/100

Letture: 339
Il Verginiano Pallagrello Bianco Terre del Volturno Igp 2013 Il Verro
Il Verginiano Pallagrello Bianco Terre del Volturno Igp 2013 Il Verro

Azienda Agricola Il Verro
Uva: pallagrello bianco
Fascia di prezzo: 12,00 euro in enoteca
Fermentazione maturazione: acciaio
Vista 5/5 – Naso 26/30 – Palato 26/30 – Non omologazione 31/35

Il pallagrello fino a poco più di venti anni fa era un vitigno sconosciuto e dimenticato da tutti, nonostante fosse stata una varietà importante all’epoca dei Borbone. Ferdinando IV lo aveva inserito nella Vigna del Ventaglio di San Leucio, così chiamata perché ogni filare, posizionato a raggiera, era composto da una specie varietale diversa e voleva attestare l’eccellenza ampelografica meridionale. Adesso invece il vitigno, riscoperto e rilanciato all’inizio degli anni ’90, si propone, nella doppia versione di nero e di bianco, con risultati davvero sorprendenti.

Vincenzo Mercurio, enologo attento alle evoluzioni ampelografiche territoriali, ha riunito sotto il brand “Le Ali di Mercurio” tutte e venti le aziende vitivinicole che segue. Tra l’altro, si interessa anche della produzione di pallagrello bianco e nero e di casavecchia, allevati dall’azienda agricola Il Verro di Formicola nel Casertano. Com’è facile intuire, il nome aziendale fa riferimento al maschio del cinghiale di cui il territorio, collocato tra il Monte Maggiore e Roccamonfina, è ricco di esemplari.

Controetichetta Verginiano Pallagrello Bianco Terre del Volturno Igp 2013 Il Verro
Controetichetta Verginiano Pallagrello Bianco Terre del Volturno Igp 2013 Il Verro

In questi giorni ho provato il Verginiano Pallagrello Bianco Terre del Volturno Igp 2013. Poco alcolico e colore già assestato su un giallo paglierino carico, con riflessi luminosi ai lati. Pregnanze olfattive ricche e complesse di natura fruttata, floreale e vegetale. Al naso salgono chiare percezioni odorose di melone, di pesca, di pera e di banana.

E poi copiosi effluvi di ginestra, di macchia mediterranea e di menta. Il sorso plana deciso sulla bocca per essere scansionato scrupolosamente ed il risultato è soddisfacente. Buona freschezza, armoniosa sapidità, aggraziata polposità e gentili note mielose fanno da corollario ad un gusto morbido ed equilibrato. Finale persistente e godibilissimo. Ci troviamo al cospetto di un altro eccellente bianco, vanto della viticoltura campana. Prezzo molto interessante.

Da preferire su piatti di pesce, carne bianca e latticini. Prosit!

Questa scheda è di Enrico Malgi

Sede a Formicola (Ce) – Località Acquavalle
Cell. 345 6416200 – www.ilverro.it
Enologo: Vincenzo Mercurio
Ettari di proprietà: 15, di cui 3 vitati
Bottiglie prodotte: 20.000. Vitigni: pallagrello nero e bianco e casavecchia