Vermicelli alle vongole in bianco, col trucco

Letture: 151
Vermicelli con le vongole

Si dice: non ci sono più le vongole di una volta. In effetti è proprio così:  le severe normative sulla sicurezza hanno tolto molto sapore a questi frutti di mare arricchiti dalla salinità mediterranea come in nessun’altra parte del mondo.


Oggi sembra quasi sempre di trovarsi di fronte a vongole di acqua…dolce.
Avremo dunque il problema di rigenerarle, restiturie loro un po’ di carattere. La strada seguita dalla maggior parte dei ristoranti è quella di darci dentro con lo sfritto di aglio, olio e anche pomodoro magari con l’aggiunta di sale.
Noi invece facciamo appello alla cara colatura di alici che risolve ogni problema.

Ed ecco come

Ingredienti per quattro persone
1 pacco da 500 grammi di vermicelli De Cecco
1 kg di vongole veraci
5 cucchiai d’olio
una presa di prezzemolo
2 spicchi d’aglio non cinese
tre cucchiaini da caffé di colatura di alici

Procedimento
Si tratta di un piatto di facile esecuzione, appena dieci minuti a volerla tirare lunga
Fate bollire l’acqua e buttate i vermicelli
Si parte con lo sfritto di aglio in una padella larga e bassa a fuoco molto lento per farlo sudare e non per bruciarlo in olio extravergine d’oliva fruttato medio
Aggiungete le vongole e coprite facendole aprire.
Togliete i vermicelli al dente, aggiungeteli nella padella.
Aggiungete la colatura di alici
Fate saltare rapidamente
Nel finale, il prezzemolo e a piacere un po’ di pepe

In questo modo avrete sostituito il sale con la colatura restituendo carattere alle vongole. Bisogna stare però attenti a non esagerare perché la colatura va usata in questo caso come esaltatore di sapore e non come condimento.

Ci berremo un vino molto salato. Il Vigna del Vulcano di Villa Dora o la Coda di Volpe di Vadiaperti andranno benissimo.

Qui la ricetta napoletana classica di Raffaele Bracale

7 commenti

  • Angelo

    (25 agosto 2012 - 13:39)

    Piatto invitante quello in foto :-)

  • giggino

    (25 agosto 2012 - 15:30)

    Ma chi dice ste fregnacce ,non penso sia un problema di sicurezza……ma di qualità delle vongole, quelle buone, non esistono quasi piu’!

  • grecanico

    (25 agosto 2012 - 19:01)

    La metologia di questa ricetta e’ impeccabile. Quanto alla colatura di alici aggiunta, mi permetto di osservare che con essa la ricetta produce un piatto diverso, a cui bisognerebba dare un nome, per specificare ed offrirgli un suo spazio, ed e’ sicuramente ottima. Quanto alla ricetta classica dei vermicelli alle vongole sopra citata, preferisco di gran lunga questa: la classica napoletana. Non c’e’ sfida sostenibile.

  • enrico faraone

    (25 agosto 2012 - 19:49)

    condivido pienamente l ciò che scrive Grecanico caro Luciano i vermicelli a vongole sono e resteranno sempre aglio olio peperoncino e vongole veraci. lasciamo questi piatti subdoli agli chef che stanno imbastardendo la vera e classica cucina italiana.

  • milady

    (25 agosto 2012 - 19:50)

    slurp….

  • maria romano

    (25 agosto 2012 - 20:24)

    Bravo e sapiente Raffaele Bracale

  • Francesco Mondelli

    (26 agosto 2012 - 06:53)

    Non sento la necessita dei frutti di mare sopratutto se di qualità scadente per cui opto volentieri per il classico piatto alle vongole fujute.

I commenti sono chiusi.