Vietri di Potenza, i caprini di Papa

Letture: 55

Contrada San Felice, 4
Tel. 0971.718143, 339.1920697

La Basilicata e il Cilento sono territori aspri, montagnosi, dove per secoli, millenni le uniche proteine animali erano quelle della capra e del maiale allevato in casa. Le difficoltà di allevamento e la scarsa remuneratività non hanno favorito la nascita di casefici specializzati e questa azienda agricola è uno dei rari esempi del genere in tutto il Mezzogiorno.

Parliamo di circa 30 ettari dove pascolano indisturbate circa 250 capre mangiando l’erba fresca, i cardi e, nella stalla, fieno e cereali. Si lavoro il latte crudo appena munto e si ottengono, oltre al latte, in genere tollerato anche da chi non riesce più a bere quello vaccino, il formaggio fresco, il caprino aromatizzato, la caciotta semi-stagionata e la ricotta. Siamo sicuramente lontani dalla complessità della robiola langaiola e dai caprini francesi perché non si lavora sulla stagionatura, ma la materia prima è di grande qualità e l’azienda vale una visita. Non è difficile da raggiungere perché Vietri è una delle uscite sulla superstrada che collega la Salerno-Reggio a Potenza, una delle più spettacolari d’Italia con ponti a campana sospesi tra le montagne.