Vigna Cataratte 1997 Aglianico del Taburno Riserva doc

Letture: 26

FONTANAVECCHIA

Uva: aglianico
Fascia di prezzo: da 10 a 15 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

Abbiamo provato questo capolavoro taburneo insieme ad alcuni amici . C’erano tra gli altri il produttore Libero Rillo che lo aveva portato per una occasione un po’ speciale, Pasquale Carlo, Sandro Tacinelli, Pietro Rispoli. Anzitutto una osservazione: ecco una bottiglia che potrebbe uscire tranquillamente a 20, anche 25, euro dalla cantina. Il produttore è affermato, l’azienda ha una lunga tradizione, il vino ha quasi dieci anni ed è sicuramente da spendere nelle occasioni speciali. La seconda cosa da osservare è relativa all’aspetto tecnico: rosso rubino carico con una trama intensa, sentori di frutta al naso a cui seguono spezie e tabacco, grande freschezza ben equilibrata dal tempo, tannini abbastanza morbidi e dolci, vino elegante, fine, a mezza strada tra lostile tradizione quello innovativo, risultato, lo vogliamo ricordare,di una annata straordinaria in Campania, nel Sud e in  gran parte dell’Italia. Resto colpito dalla incredibile longevità dei vini delTaburno, della Falanghina Facetus 2000 e 2001 ad esempio, ma anche le prove dei vini base sia di Libero che di altri produttori confermano questa forza incredibile di sfidare gli anni e di restare integri. Lo beviamo sull’agnello e il capretto al forno o su formaggi di media stagionatura. Una delle massime espressione dell’aglianico sannita che deve assolutamente essere preso in considerazione per il riconoscimento della docg.

Sede a Torecuso, Via Fontanavecchia. Tel. e Fax 0824 876275. Email-orarillo@tin.it.Enologo: Angelo Pizzi. Ettari: 7 di proprietà. Bottiglie prodotte:85.000. Vitigni: aglianico, cabernet sauvignon, merlot, falanghina,coda di volpe