Vigna Cicogna 2006 Greco di Tufo docg Benito Ferrara

Letture: 131
Vigna Cicogna 2006 Benito Ferrara
Vigna Cicogna 2006 Benito Ferrara

Uva: greco di Tufo
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Tra Fiano e Greco non ho dubbi: scelgo la longevità del primo che evolve nel tempo. Ma, come abbiamo notato talvolta con Pierpaolo Sirch, se devo pensare ad un vino che caratterizza sopra ogni altra cosa l’Irpinia, penso al secondo.
Nel corso degli anni la scelta quando si supera una certo numero di vendemmie, diciamo quattro o cinquie, vado sempre a colpo sicuro con il Greco di Tufo di Benito Ferrara. Lo sa bene Gianni Piezzo che ci regala l’ultima bottiglia fuori carta della Torre del Saracino. Dieci anni fa, dieci anni da godere.
Il bianco di Gabriella si presenta semplicemente perfetto, forte, energico, ricco di verve e di sostanza, Impossibile farne a meno. Davvero un grande artigiano.Incredibile pensare che ha conosciuto solo l’acciaio.
Bevetelo e conservatelo. Compratelo e bevetelo. Mai prima di tre anni però.

Sede a Tufo, frazione San Paolo. Tel e fax 0825.998194. Enologi: Attilio Pagli e Paolo Caciorgna. Ettari: 7 di proprietà. Bottiglie prodotte: 50.000. Vitigni: gfreco di Tufo, fiano, coda di volpe e aglianico.