Vigna Grotta Piana 2004 Costa d’Amalfi doc

Letture: 73

ETTORE SAMMARCO

Uva: biancatenera (50%), ginestrella, falanghina
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

Bartolo Sammarco ci ha preso la mano, vendemmia dopo vendemmia il top wine bianco dell’azienda di famiglia che incontrate subito sulla destra quando lasciate la Costiera Amalfitana per iniziare la salita verso Ravello, si presenta di colore giallo paglierino carico e al naso si avvertono intensi profumi floreali e fruttati ed un leggero sentore di vaniglia edi tostato. Il 2004 si conferma una buona annata per la Terra delle Sirene, anche se l’eccessive piogge hanno reso problematico il raggiungimento di un buon equilibrio che si ottiene solo con un po’ di pazienza aspettando l’elevamento in bottiglia, proprio come sta avvenendo per il Fiano. Intensità e buona persistenza al gusto, accompagnate da un giusto equilibrio, conferiscono al vino una longevità tale da poter essere consumato anche nei due anni successivi alla vendemmia. Prodotto in quantità limitata (circa 3.000 bottiglie) questo vino è prodotto con uve della Vigna Grotta Piana, un vigneto centenario piantato a Ravello in cima a Monte Brusara, siamo a circa 450 metri sul livello del mare. Una parte viene fatta fermentare in barrique di rovere francese e il resto a temperatura controllata in piccoli serbatoi di acciaio. Una delle espressioni più alte mai raggiunte dal bianco della Costiera. Sui piatti della cucina terra-mare amalfitana, oppure sulle fantastiche bruschette di crudo preparate da Rocco Iannonea Pappacarbone nella vicina Cava de’ Tirreni.

Sede a Ravello,  Via Civita, 9. Tel. e fax 089 872774 . E mail: info@ettoresammarco.it,  sito:  www.ettoresammarco.it.  Enologo: Bartolo Sammarco. Ettari: 1,5 in affitto. Bottiglie prodotte:60.000. Vitigni: falanghina, biancolella, biancatenera, ginestrella, piedirosso, aglianico.