I vini da non perdere > in Campania > Napoli
0

Vigna Lapillo 2014 Lacryma Christi rosato doc Sorrentino

21 marzo 2016
Vigna Lapillo rosato 2014 Sorrentino

Vigna Lapillo rosato 2014 Sorrentino

Uva: piedirosso, aglianico
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Un bel paccaro al pomodoro e il rosato del Vesuvio. Così, all’aria aperta, proprio nel cuore dell’azienda della famiglia Sorrentino che si è organizzata per l’accoglienza a oltre vent’anni dalla nascita della cantina. Ed è la seconda, dopo Cantina del Vesuvio, a farlo con determinazione ristrutturando tutto con la creazione di uno spazio cucina adeguato ad una organizzazione più ampia.. Un ritardo incredibile considerando che in quest’area c’è l’area archeologica di Pompei e non lontano gli scavi di Ercolano per non parlare della Penisola Sorrentina. Il fatto è che il vulcano è sempre stata la dispensa della città, mentre i fuoriporta dei napoletani sono sempre sul mare, dai Campi Flegrei a scendere.

Ma chi si organizza può intercettare gruppi che sostengono la qualità con gli acquisti diretti, insomma una sorta di uovo di Colombo che completa le visite dei turisti in questa zona magica e ricca di mistero con il vulcano che incombe minaccioso e benefico. Ettaro dopo ettaro, l’aziend aè ormai a quota trenta ed è la più estesa del comprensorio vesuviano.

Per me il rosato ha un solo colore: quello di cipolla non carico. Si tratta spesso di un chiaro indizio di come mi potrò aspettare il sorso: sapido e fresco. Ed è proprio così che si presenta questo lacryma Rosa del Vesuvio a cui ha lavorato Benny Sorrentino, enologa di famiglia, che si è assestato a oltre un anno dalla vendemmia.
Certo i gusti sono gusti, ma quando parliamo di vino, e soprattutto di rosato, a noi serve qualcosa che aiuta a mangiare sostenendo il cibo nel palato. Ed è prorpio questo il pregio di questo vino semplice ed economico, con un finale amarognola che ripulisce molto bene la bocca.
Un riferimento per lo stile che secondo noi devono avere i rosati del Sud: basta con i lamponi e le fragole. Il fatto che non si trovi nei baretti a Chiaia è un chiaro indizio che si tratta di una zona da evitare:-)

Sede a Boscotrecase, via Casciello 5. Tel.081 8584963. Tel.081.8584963. www.sorrentinovino.com. Ettari di proprietà: 30. Bottiglie prodotte: 230mila. Uve: falanghina, caprettone, catalanesca, aglianico, piedirosso.